MARTINSICURO – «Regalando preservativi alle prostitute si diventa corresponsabili della tratta». L’Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII critica duramente l’iniziativa di On The Road che nel giorno dell’8 marzo ha consegnato profilattici alle prostitute lungo la Bonifica del Tronto, unitamente ad un rametto di mimosa.

«La nostra Associazione – si legge sul sito ufficiale – è contro la modalità della “riduzione del danno” nei confronti di tutte le donne e delle tante bambine schiavizzate e sfruttate che si trovano sulle strade, negli appartamenti e nei night. I clienti e le associazioni che operano in questo modo diventano corresponsabili della tratta e della prostituzione. Fornire il preservativo significa mantenere lo stato di schiavitù. Le schiave non possono aspettare e vanno tutte liberate dall’orribile stato nel quale si trovano».
L’associazione fondata da Don Oreste Benzi ha organizzato pertanto per lunedì 29 marzo alle ore 21 a Sant’Elpidio a Mare una manifestazione per la liberazione delle vittime della prostituzione schiavizzata. La protesta sarà finalizzata a sensibilizzare i sindaci e le autorità locali ad operare concretamente per un’effettiva liberazione delle prostitute dalla piaga dello sfruttamento sessuale da parte delle organizzazioni criminali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.434 volte, 1 oggi)