Da Riviera Oggi in edicola

Serie B2 Maschile: Affittitalia Samb – Teseco Cus Pisa 3-2 (23-25; 25-22; 25-15; 11-25; 15-9)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non tutte le ciambelle riescono col buco. E davvero la vittoria dell’Affittitalia Volley contro la Teseco Cus Pisa è una ciambella senza buco: buona sì ai fini della classifica, ma carente di grazia estetica.

Quella che si è vista, sabato 6 Marzo, al PalaSpeca è stata un’Affittitalia a dir poco confusa. Il successo, ottenuto al tie-break, poteva essere raggiunto con tutta facilità dai ragazzi di coach Massimo Ciabattoni e, ponderate le potenzialità di ciascuna formazione, era ipotizzabile un netto 3 a 0.

Nel primo set la squadra di casa parte in vantaggio e mantiene Pisa a distanza con disinvoltura per quasi tutto il tempo. Poi, i Rossoblu si concedono di adagiarsi sugli allori, dimenticandosi di dover chiudere il set: cresce nel gioco la Teseco, raggiunge l’avversaria e presto la sorpassa. Sul 22-24 c’è un cambio palla in favore dei Sambenedettesi (23-24), ma Serafini sbaglia la battuta e il set va agli ospiti (23-25).

Dopo la doccia fredda del primo parziale, nel secondo e nel terzo l’Affittitalia si ridesta. Cresce la determinazione, insieme alle motivazioni: bisogna vincere per tenere a debita distanza le pretendenti al primo posto in classifica, Vecci di Jesi e Invicta di Grosseto. Nel secondo set, i Pisani, a qualche lunghezza dalla padrona di casa, tentano continuamente l’aggancio. Inutile: il risultato sul tabellone è di 25-22. Nel terzo set, invece, non c’è proprio possibilità per gli ospiti: la squadra rossoblu domina il gioco fino alla fine (25-15).

Nel quarto set l’Affittitalia vede nero, letteralmente. Non si adopera per chiudere il match, ma anzi si lascia scippare il parziale senza opporre resistenza. Da un vantaggio di 3/4 punti per Pisa, si passa ad un divario ben maggiore che coincide con il momento in cui San Benedetto “decide” di smettere di giocare. Il risultato di questo atteggiamento è un triste 11-25.

Probabilmente strigliati a dovere dall’allenatore Ciabattoni, i giocatori disputano il tie-break con ritrovata grinta. Il pubblico, seppur esiguo (nonostante la formazione rossoblu stia dando visibilità, onore e merito alla città di San Benedetto, detenendo il primo posto in classifica nel campionato di B2, la città di San Benedetto non sta rendendo visibilità, onore e merito alla formazione rossoblu, ndr), sostiene fino alla fine i propri beniamini, che chiudono nettamente a loro favore il set e una partita inspiegabilmente altalenante (15-9).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 640 volte, 1 oggi)