SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il 25 febbraio ha impugnato una bottiglia di birra ed ha minacciato le forze dell’ordine. La corte lo ha condannato ad un anno e quattro mesi con rito abbreviato ma ora è libero. Per Hassan, giovane marocchino protagonista di una vicenda alquanto singolare avvenuta nella stazione di San Benedetto la fortuna ha girato dalla sua parte nonostante la deposizione del teste.
Non aveva né il biglietto e forse, nemmeno la voglia di pagarlo ha riferito il capotreno. Non era sobrio ha aggiunto e nella stessa circostanza, si era avvicinato a delle ragazze che sembravano intimorite.

Queste ragioni sommate al gesto incontrollato di violenza verso le forze dell’ordine sono il risultato di una condanna anche se la pena è stata sospesa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 856 volte, 1 oggi)