GROTTAMMARE – La stagione realizzata da Amat e Comune con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Regione Marche propone giovedì 11 marzo alle 21 al Teatro delle Energie Alessandro Preziosi in scena con Le Confessioni di Sant’Agostino.

Dopo aver dato voce alle più belle pagine di Fernando Pessoa, a quelle della biografia di Raffaello Sanzio e da ultimo a quelle di Cesare Pavese, Alessandro Preziosi si confronta ora anche in teatro con Sant’Agostino, attraverso una selezione di brani delle Confessioni scelti e adattati da Tommaso Mattei. Opera filosofica e teologica di grande profondità, moderna nonostante i quindici secoli e le innumerevoli letture, le Confessioni attraversano le tappe di un itinerario spirituale agitato da uno spiccato senso critico e diretto alla ricerca dell’assoluta verità e testimoniano l’incontro di Agostino di Ippona con la fede.

Laureato in giurisprudenza all’Università “Federico II” di Napoli, Alessandro Preziosi è diplomato all’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Debutta in teatro nel 1998 con il ruolo di Laerte nell’Amleto, diretto da Antonio Calenda e lavora in televisione in serie di successo. Torna al teatro classico recitando nella Trilogia di Eschilo, sempre per la regia di Calenda, nelle vesti dell’Araldo in Agamennone e di Oreste in Coefore ed Eumenidi. Il grande successo però arriva con Elisa di Rivombrosa, a cui seguono i film tv I Vicerè di Roberto Faenza, tratto dal romanzo di Federico De Roberto, e La masseria delle allodole, tratto dal libro di Antonia Arslan, diretto dai fratelli Taviani. Alessandro Preziosi ha interpretato Sant’Agostino in una biografia del santo per il ciclo Imperium, una coproduzione internazionale in onda l’inverno scorso su Rai Uno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 646 volte, 1 oggi)