ASCOLI PICENO – “Piceno Green Economy“, avevamo titolato qualche settimana fa: e tanto sarà. Una delegazione composta da due rappresentanti di un fondo tedesco specializzato negli investimenti sulle fonti di energia rinnovabili ha visitato il Piceno nei giorni scorsi con l’intento di vagliare la possibilità di realizzare il più grande impianto fotovoltaico d’Europa.
Si tratta di un impianto da 50 megawatt che rientra nel piano del Copex Gmbh, il fondo che intende investire complessivamente 620 milioni di euro in energia solare e minieolica.
L’iniziativa è  resa possibile grazie alla Sezione “Energia e Nuove Tecnologie” di Confindustria Ascoli Piceno, composto da alcune aziende leader del settore, che vantano esperienza pluriennale nel settore delle rinnovabili e che sono costantemente in contatto con operatori stranieri del settore.
«Si tratta indubbiamente di un’opportunità da cogliere al volo che offre la possibilità di riqualificare l’area industriale, attirare investimenti e creare nuova occupazione. I 50 megawatt potrebbero avere un canone come corrispettivo derivante dalla cessione del diritto di superficie – ha spiegato Giovanni Cimini, Presidente della Sezione “Energia e Nuove Tecnologie” di Confindustria Ascoli Piceno – Le superfici da ricercare in tutto il comprensorio tra tetti industriali, aree di riporto, parcheggi, aree pubbliche o aree dismesse ammontano a circa 100 ettari e ciò coinvolgerebbe molte aziende del Piceno per la progettazione, la realizzazione e la manutenzione di tale investimento favorendo la ripresa economica della Provincia e apportando ulteriori vantaggi anche in previsione di un distretto Piceno sull’energia e tecnologia».
Al contempo l’obiettivo di Confindustria è quello di favorire l’investimento per i positivi risvolti economici ad esso collegati, nonché quello di contribuire all’abbassamento del costo dell’energia per tutte le aziende. L’iniziativa è stata accolta con favore anche dalla Camera di Commercio di Ascoli Piceno e dalle altre organizzazioni imprenditoriali tra cui la Cna nell’obiettivo comune di promuovere in Italia e all’estero il distretto piceno delle energie.
Per la realizzazione di tale progetto, il Presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani ha espresso la disponibilità dell’ente e sarà avviato un monitoraggio tra le aziende del territorio per individuarne le modalità, come ha sottolineato Bruno Bucciarelli, Presidente di Confindustria Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.385 volte, 1 oggi)