SAN BENEDETTO DEL TRONTO-  Ci sono voluti cinque uomini, una autobotte e circa un’ora di tempo ai Vigili del Fuoco, chiamati intorno alle 0,40, per spegnere l’incendio di un fuori strada andato in fiamme nella notte tra giovedì e venerdì in via Forlanini.

Ora toccherà alle rilevazioni scientifiche appurare se ci sono gli estremi del dolo o se invece il tutto è da addebitarsi ad un corto circuito. Da una prima analisi emersa dopo i primi sopralluoghi Polizia e Vigili del Fuoco sono più propensi alla seconda ipotesi visto che, intorno all’automezzo, una Toyota modello Rav, andata completamente distrutta, non sarebbero state trovate tracce di liquidi infiammabili o altro materiale che possa in qualche modo essere collegato ad un atto criminoso.

Le indagini in ogni caso continuano il loro corso. Grande spavento per il vicinato quando hanno sentito il boato dovuto probabilmente allo scoppio del serbatoio di benzina.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 892 volte, 1 oggi)