GROTTAMMARE – Un progetto che vede l’integrazione culturale e l’unità fra nazioni europee, con lo scopo di approfondire la conoscenza della lingua e della cultura di un Paese straniero ed il suo contesto. È il progetto “Comenius” che quest’anno ha portato venti studenti olandesi a Grottammare. Nella mattinata di mercoledì 3 marzo in Comune il sindaco Luigi Merli ha incontrato  una delegazione di studenti e docenti dell’Istituto Fazzini Mercantini di Grottammare, parte del progetto, e i ragazzi dell’Olanda, regione europea partner dell’istituto grottammarese nel progetto interculturale che ogni anno coinvolge tanti giovani in varie attività e iniziative di conoscenza reciproca.

Nel dare il benvenuto agli ospiti olandesi, il sindaco Luigi Merli ha ribadito l’importanza di questi scambi nel raggiungimento di una unità tra nazioni europee: «L’approccio culturale è l’unico modo per pensare a una possibile integrazione tra paesi tanto diversi come lo sono le regioni del nord e del sud europeo. Stiamo vivendo in un momento delicato della nostra storia, con un ritorno a episodi di razzismo e di intolleranza che sono ben lontani dagli obiettivi di unità a cui dovremmo tendere tutti. Vi auguri pertanto di fare tesoro di questa esperienza per il vostro futuro e per il futuro delle nostre comunità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 298 volte, 1 oggi)