SANT’EGIDIO ALLA VIBRATA (TE) – Il calcio a volte è davvero strano: dopo la cinquina esterna di tre settimane fa, rifilata dalla Santegidiese al Centobuchi tutto faceva presagire ad una fuga degli abruzzesi verso la storica promozione nei professionisti e nello stesso tempo tutto faceva pensare ad un crollo verticale della squadra di Piccioni verso il fondo della griglia play out. Invece nelle due settimane successive è cambiato tutto, i giallorossi non hanno più vinto, pareggiando dapprima in casa a reti bianche col Trivento e poi perdendo 4-0 a Canistro mentre i biancocelesti hanno reagito benissimo pareggiando 1-1 a Casoli e in casa con la Recanatese ed in mezzo ai due pari, hanno battuto nel recupero il Real Montecchio.

La debacle di Canistro è stata la goccia definitiva che ha giustificato e materializzato una scelta già maturata (per contrasti di vedute) dal patron Santegidiese Fanini portando ad un clamoroso ribaltone, con l’esonero del tecnico Aldo Ammazzalorso (ex Pro Vasto, Teramo, Fano, Samb, L’Aquila, Avellino, Ascoli, Salernitana, Catania, Treviso, Pescara e già allenatore della Santegidiese agli inizi della carriera nella stagione 1992/93) e del suo staff e alle conseguenti dimissioni del diesse Marcello Di Giuseppe. Il tecnico argentino lascia la squadra abruzzese al secondo posto a pari punti con l’Atessa Val di Sangro e a -1 da L’Aquila (che domenica ospiterà il Centobuchi) capolista, con uno score di 45 punti in 24 gare frutto di 13 successi (2 dei quali ottenuti contro il Centobuchi), 6 pareggi e 5 ko.

Al posto di Ammazzalorso è stato chiamato l’ex fantasista di Reggina, Padova, Ascoli (dove tornò e chiuse la carriera da giocatore nella stagione 2006/07 in serie A), Fiorentina e Napoli Gaetano Fontana detto Jimmi, che come allenatore, professione che ha intrapreso da poco, ha una sola vera esperienza, quella dello scorso anno alla guida del Centobuchi quando ad inizio aprile esattamente alla 29° giornata (a 6 gare dal termine) prese il posto del dimissionario Izzotti (si dimise dopo la sconfitta di Macerata, nonostante fosse appena tornato al posto dell’esonerato Pruzzo che a sua volta era stato chiamato durante la parentesi Mongardini per rilevare l’esonerato Izzotti) conducendo la squadra biancoceleste, che si trovava in una situazione difficile, ad una insperata salvezza diretta evitando anche i play out con uno score di 9 punti in 6 gare frutto di 2 vittorie, 3 pareggi e 1 sconfitta. Poi la scorsa estate quando la sua riconferma sembrava certa non trovò l’accordo tecnico con la società monteprandonese. A Sant’Egidio ritrova Davide Marranconi che aveva avuto nell sua esperienza in biancoceleste.

Fontana da giocatore dell’Ascoli era stato compagno di squadra di Di Venanzio ottenendo assieme il rirtorno dei bianconeri in serie B e poi nei cadetti, nella stagione 2003/04 prima di trasferirsi alla Fiorentina era stato guidato fino a gennaio proprio da Ammazzalorso (che guidò l’Ascoli solo nella stagione 2003/04).

Nel recupero: Real Montecchio-Casoli 0-0

LA CLASSIFICA: L’Aquila 46, Atessa Val di Sangro e Santegidiese 45, Civitanovese 44 Chieti 42, , Atletico Trivento * 41, Olympia Agnonese 38, Nuovo Campobasso 36 , Recanatese * 32, Bojano ** e Casoli 31, Luco Canistro 30, Centobuchi 28, Miglianico e Morro d’Oro 26, Renato Curi Angolana 23, Elpidiense Cascinare 12, Real Montecchio 10.

**= 2 punti di penalizzazione

*= 1 punto di penalizzazione.

Prossimo turno 25°Giornata (8°di ritorno) domenica 7 marzo 2010 ore 14:30: Atessa Val di Sangro-Chieti (all’andata 0-2 per il Chieti), Bojano-Elpidiense Cascinare (0-1), Casoli-Luco Canistro (0-2), L’Aquila-Centobuchi (1-0), Morro d ‘Oro-Nuovo Campobasso (0-2), Olympia Agnonese-Civitanovese (1-1), Recanatese-Atletico Trivento (2-2), Renato Curi Angolana-Miglianico (4-1), Santegidiese-Real Montecchio (3-0).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 874 volte, 1 oggi)