ASCOLI PICENO – Un’ottantenne in gran forma fisica e dalla memoria di ferro, uno scippatore che ha trovato pane per i suoi denti e che ora è in galera.

Accade ad Ascoli. Era diventato il terrore delle anziane del quartiere di Porta Maggiore, ma Alessandro Travaglini, 34 anni, tossicodipendente ascolano con vari precedenti penali alle spalle, non immaginava di dover fare i conti con il coraggio e la determinazione di una minuta vecchietta di ottanta anni.

Sono le sette di sera dell’undici febbraio e l’anziana, dopo aver fatto la spesa, sta per rincasare. Arrivata al portone di casa viene aggredita alle spalle da un energumeno che le afferra la borsa e cerca di portargliela via, pensando ad un colpo facile facile.

La reazione è tanto rapida quanto inaspettata perché l’anziana non molla la borsetta ed ingaggia un lungo tira e molla con il malvivente che, spaventato dalle grida della vittima e dalla sua inattesa resistenza, scappa anche se prima riesce ad infilare una mano nella borsa e a portare via alla donna il portafogli che però contiene solo pochi spiccioli.

All’allibito poliziotto che in Questura raccoglie la denuncia l’anziana, con piglio deciso, confida: «Se lo prendevo lo riempivo di botte».

Passano due giorni e il bandito torna a colpire sempre nella stessa zona. Ancora una volta l’obiettivo è un’anziana che viene spinta violentemente a terra e riporta una lussazione alla spalla ed una brutta contusione al setto nasale.

Questa volta Travaglini riesce ad impossessarsi della borsa, ma fa pochi metri e viene arrestato da una Volante della Questura allertata nel frattempo da alcuni cittadini.

Il giorno dopo rimedia una condanna per direttissima ad un anno e mezzo, e il giudice gli concede gli arresti domiciliari.

La sua foto però, diffusa appositamente dalla Polizia, finisce sulle pagine dei giornali. La super nonna la vede e non ha dubbi: è lui che l’ha aggredita due giorni prima. Allora torna in Questura un’altra volta e fa mettere a verbale le sue dichiarazioni.

E così che il Gip del Tribunale di Ascoli ha emesso una nuova ordinanza cautelare per il reato di rapina, eseguita mercoledì mattina dalla Squadra Mobile, con la quale questa volta è stata disposta la carcerazione del rapinatore.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 644 volte, 1 oggi)