SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Trasformare la sospensione dalle scuole superiori per motivi disciplinari in periodi di lavoro socialmente utile. Perchè forse uno studente scalmanato può imparare di più dal lavoro per la società che da tre giorni di vacanza, come risulta essere alla fine la sospensione dalle lezioni.

La proposta, che eventualmente dovrebbe essere recepita dai presidi delle scuole superiori cittadine e dal Comune che dovrebbe mettere a disposizione un tutor per l’affiancamento dei ragazzi, è stata fatta dal Prefetto di Ascoli Pasquale Minunni, durante la riunione con il sindaco Gaspari e tutti i vertici locali delle forze dell’ordine per la firma del Patto per la Sicurezza fra Prefettura e il Comune.

Minunni, che prima di Ascoli ha svolto il suo incarico di Prefetto a Vercelli, cita i positivi risultati di questo esperimento in quel di Gattinara, piccolo Comune piemontese dove molti ragazzi hanno continuato a svolgere quei lavori socialmente utili appresi durante la “punizione” anche al termine del periodo di sospensione da scuola.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 845 volte, 1 oggi)