SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Patto per la Sicurezza fra Comune e Prefettura, l’amministrazione comunale si impegna a stanziare dei fondi per affiancare la tutela dell’ordine pubblico da parte di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e altri corpi dello Stato.

In che modo? Finanziando iniziative per la sicurezza della circolazione stradale, per la tutela del consumatore e la promozione sociale ed educativa. Sono 70mila euro messi in bilancio per il 2010, fra cui spiccano i 31.500 euro per il “Progetto Notti”, ovvero per pagare le ore di straordinario ai Vigili Urbani impegnati nei controlli notturni durante l’estate (nel 2009 il Comune ne spese 24.750). Poi ci sono 15mila euro per finanziare progetti di educazione stradale nelle scuole, 11mila euro per il monitoraggio sugli incidenti stradali tramite l’Ufficio Tecnico del Traffico, 4000 euro per il controllo dell’inquinamento acustico e altre spese minori per corsi di formazione per la sicurezza sul lavoro e acquisto di beni vari.

In sostanza, lo spirito dell’accordo sta nel fatto che per le questioni di sicurezza pubblica più “minuta”, meno legata alla repressione e più alla prevenzione, la Prefettura delega alla Polizia Municipale le azioni sul territorio comunale. Così facendo, le forze dell’ordine possono avere maggior spazio operativo per reprimere i fenomeni più gravi e preoccupanti.

Nel protocollo firmato martedì mattina presso la sala “Eleonora Marcelli” del vecchio municipio si legge questo concetto esplicativo: «Il tema della sicurezza, pur comprendendolo, non coincide con quello dell’ordine e della sicurezza pubblica, ma riguarda più complessivamente la qualità della vita delle persone in un territorio». Di conseguenza il Comune può collaborare nella prevenzione sociale e nel migliorare la vivibilità del territorio.

«Si tratta di rafforzare e ampliare quell’azione di prevenzione – ha spiegato il Sindaco Giovanni Gaspari – che il Comune conduce già su più fronti. Senza dimenticare azioni che hanno riflessi indiretti sul bilancio comunale, come l’acquisto da parte dell’Azienda Multiservizi di una macchina per la pulizia delle scritte sui muri, le campagne di informazione alla cittadinanza effettuate attraverso il Bollettino Ufficiale Municipale per prevenire le truffe, le norme in materia di occupazione di suolo pubblico già approvate o quelle per la spiaggia di prossima approvazione che consentiranno agli operatori della sicurezza di muoversi in contesti normativi più chiari».

Erano presenti alla firma dell’accordo oltre al Prefetto Pasquale Minunni anche il questore Giuseppe Fiore, il dirigente del commissariato di Polizia Marco Fischetto, il comandante del Corpo Forestale dello Stato Benedetto Ricci con il comandante della stazione di San Benedetto Giuseppe Pierantozzi, il comandante della compagnia Carabinieri Giancarlo Vaccarini, il maresciallo Giuseppe Iobbi per la compagnia della Guardia di Finanza, il comandante della Capitaneria di Porto Daniele Di Guardo, il comandante della Polizia Municipale Giuseppe Coccia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 709 volte, 1 oggi)