OFFIDA – Il Pd di Offida risponde alla nota, inviata a mezzo stampa dal capogruppo del Pdl, Elisabetta Palmaroli.

Rispetto all’aumento dell’addizionale Irpef si legge che «la polemica è palesemente strumentale. Se è vero che l’addizionale nel nostro Comune è fissata nell’8 per mille, già da alcuni anni, è anche vero, e il consigliere Palmaroli avrebbe potuto accennare, avendo tra l’altro votato a favore in Consiglio allo specifico punto, che questa amministrazione, prima nel Piceno, ha sottoscritto un protocollo con le organizzazioni sindacali che prevede, tra l’altro, l’aumento della soglia di esenzione dell’addizionale Irpef a 9 mila euro».

Riguardo l’impegno dell’amministrazione comunale per rilanciare l’economia, sempre nella nota è riportato che «il consigliere Palmaroli dovrebbe chiedersi piuttosto cosa stia facendo la Provincia. Nonostante i proclami di attivazione di tavoli di crisi, ci pare che i risultati siano sotto gli occhi di tutti. Troppo comodo pensare e provare a far passare l’idea che debbano essere solo i Comuni a costruire lo sviluppo territoriale, e la Provincia, che ha più ampie competenze in merito, che fa

L’amministrazione offidana si domanda: «Come mai il Pdl strumentalizza la vicenda dell’acquisizione dell’immobile a San Lazzaro, facendolo passare per una sconfessione dell’operato della Società Ecoffida? Il Comune si prefigge solo di dare una risposta alle esigenze di aggregazione e partecipazione della collettività. Perché polemizzare sui mondiali di ciclismo che sono sicuramente un’opportunità unica di promozione turistica, non solo della nostra cittadina, ma all’intero territorio Piceno e regionale?»

«A tal proposito – conclude il comunicato della maggioranza offidana – è opportuno precisare che alla missione a Mosca, tra l’altro sollecitata dal Comitato Organizzatore, hanno preso parte l’assessore allo Sport ed il sindaco, una presenza che abbiamo ritenuto doverosa per il simbolico passaggio di testimone. Tale trasferta, inoltre, è stata utile ai fini organizzativi per rendersi conto e verificare i tanti aspetti che l’amministrazione dovrà curare».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 519 volte, 1 oggi)