OFFIDA – Il capogruppo del Pdl di Offida, Elisabetta Palmaroli, commenta le polemiche sorte per il blocco al traffico della Mezzina per 13 mesi, sollevata dai Comuni di Castel di Lama, Castorano, Appignano e soprattutto Offida.

«I provvedimenti diretti ad impedire la chiusura della strada provinciale Mezzina rischiano oggi di creare tempi lunghissimi, costi insostenibili e contenziosi infiniti che ricadranno tutti sui cittadini, costretti a subire l’inerzia delle precedenti amministrazioni ed una mancata programmazione» insorge il consigliere del Pdl.

Per Elisabetta Palmaroli, occorre fare chiarezza sulla temporanea chiusura della strada Mezzina: «Il progetto di ammodernamento è stato approntato e portato a conoscenza dell’Amministrazione comunale di Offida sin dal 2006. La chiusura del tratto era prevista nel progetto approvato nella precedente amministrazione Provinciale guidata da Rossi e Mandozzi, senza che nessuno, in particolare i sindaci interessati, abbia sollevato obiezioni».

«Oggi – continua il consigliere Palmaroli – si chiedono bretelle e “by pass”, che non sono stati oggetto di nessuna valutazione tecnico-economica né prima della redazione del progetto, né durante le conferenze dei servizi. Prendere posizione oggi e fare finta di non sapere, come taluni amministratori vogliono far credere, è tardivo e scorretto».

«Invece di cavalcare tali strumentalizzazioni in vista dell’imminente consultazione elettorale – conclude il capogruppo Pdl – sollecitiamo il sindaco di Offida ad assumere tutti i provvedimenti volti ad organizzare e regolare la viabilità sulle strade alternative, al fine di consentire alla Provincia l’esecuzione dei i lavori secondo il cronoprogramma di progetto, con il minore disagio possibile per la popolazione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 454 volte, 1 oggi)