MONTEGRANARO-GROTTAMMARE 2-1 (0-1 nel 1° T.)

MONTEGRANARO: Prioletta, Berto (46′ Meschini), Viti, Rossini, Cento, Morbidoni, Tulli (32′ Mandolesi), Cardinali, Petitti, Vitali, Vignaroli. A disposizione: Gentili, Sampaolesi, Monaldi, Medhy, Di Primo. Allenatore: Giuseppe Malloni.

GROTTAMMARE: Addazi, Wasim Atitallah (92) (64′ Mendozza 92), Marcatili, Del Moro, Giovagnoli (90), Faraone, De Angelis, Cognata, Ludovisi, Orlandi (70′ Bollettini), Capriotti. A disposizione: Gagliardi (91), Fioravanti (90), Rossi (92), Ciotti (91), Colletta (92). Allenatore: Paolo Del Moro.

Arbitro: Sig. D’Ascanio di Ancona.

Reti: 12′ De Angelis (G), 62′ e 64′ Petitti (M).

Espulsi: al 65′ Capriotti (G) per proteste e all’ 80′ Marcatili (G) per fallo da ultimo uomo.

Ammoniti: Cardinali (M), Cognata e Giovagnoli (G).

Angoli: 2-3

Recuperi: 1′ + 4′

MONTEGRANARO – Continua il momento negativo del Grottammare che incassa a Montegranaro (al suo terzo successo consecutivo nonche sesto risultato utile) la seconda sconfitta consecutiva (l’undicesima stagionale). La squadra di Del Moro, che non vince da 9 turni e subisce gol da 10 partite consecutive, dà anche l’addio quasi definitivo al sogno play off e si avvicina sempre più pericolosamente alla zona play out.

L’illusorio vantaggio dopo soli dodici minuti ad opera di De Angelis (al 5° centro stagionale) faceva sperare un in un risultato positivo dei biancocelesti al Comunale di Montegranaro. Dopo aver mancato il raddoppio, sfiorato ancora da De Angelis, e dopo aver controllato senza patemi gli avversari per un ora di gioco, i ragazzi di Del Moro (tornato oggi in campo da titolare) sono stati trafitti in soli due minuti dalla doppietta di Petitti (al terzo centro stagionale), fino ad allora inoffensivo, ma cinico quanto basta per ribaltare rocambolescamente il punteggio. In dieci per l’espulsione di Capriotti, allontanato per proteste, il Grottammare ha provato a rifarsi sotto con Bollettini prima e Ludovisi poi, ma un secondo rosso comminato a Marcatili annullava le speranze di acciuffare il pari.

LA CRONACA

Al 5′ Orlandi dal limite dell’area, pallone a lato

Al 12′ Grottammare in vantaggio. Ludovisi riceveva un lancio dalla difesa, controllava di petto, avanzava ed inventava un preciso filtrante per De Angelis il quale dribblava il portiere ed infilava.

Al 33′ Ludovisi dialogava con De Angelis, sponda per Orlandi che andava al tiro dai 20 metri, il pallone terminava alto sopra la traversa.

Al 45′  Petitti ci provava dalla lunga distanza, pallone a lato.

Secondo tempo

Al 51′ ancora De Angelis entrava in area e concludeva col sinistro, Prioletta si rifugiava in angolo.

Al 58′ gialloblu sbilanciati, e il Grottammare cercava di approfittarne in contropiede. Pallone lungo per De Angelis che si accentrava e concludeva, il pallone terminava di poco a lato.

Al 60′ il Grottammare andava vicino al raddoppio. Capriotti al cross, usciva male Prioletta cui sfuggiva  il pallone subito preda di De Angelis che provava  la battuta a rete, ma la difesa di casa lo contrastava e sbrogliava la matassa.

Al 62′ arrivava il pareggio del Montegranaro. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo il pallone era raccolto da Viti il quale rimetteva in mezzo per Petitti che depositava in rete.

Passavano due minuti e al 64′ giungeva il vantaggio del Montegranaro che dunque ribaltava il risultato. Ancora Petitti riceveva  palla in sospetta posizione di fuorigioco, entrava in area e beffava Addazi con un rasoterra all’angoletto. Qualche istante dopo, oltre al danno si aggiungeva la beffa: infatti la squadra di Del Moro restava in dieci, in quanto veniva allontanato dal signor D’Ascanio Capriotti per proteste.

Al 69′ combinazione Cardinali-Meschini, traversone per Vignaroli che anticipava Orlandi e concludeva con sfera che finiva di poco a lato.

Al 72′ il Grottammare andava ad un passo dal pareggio. Il nuovo entrato Bollettini controllava e si girava  in area. Pallone alto di pochissimo.

All’80’ espulso anche Marcatili per fallo da ultimo uomo su Cardinali. Biancocelesti in nove uomini.

All’83’ ancora Petitti da pochi passi mancava il terzo gol concludendo su Addazi, che poi era lesto a bloccare la sfera.

All’86’ fuga di Meschini sulla destra, Faraone intercettava su Petitti.

Ora il Grottammare, che oggi era privo di Domanico, Piemontese, Parma, Oddi e Adamoli, è stato superato in classifica dalla Fortitudo Fabriano e agganciato dalla Fulgor Maceratese; è dodicesimo con un esiguo +3 sulla zona play out e domenica ospiterà il Piano San Lazzaro attualmente terzo in classifica e reduce dalla vittoria interna sulla deludente Fermana (scivolata al quarto posto) e all’ottavo risultato utile consecutivo. Per fortuna che gli ultimi due gradini della classifica (che vogliono dire retrocessione diretta) occupati da Vigor Senigallia e Vis Macerata sono lontani, in quanto distano rispettivamente 11 e 13 punti. Il Montegranaro invece è nono a -9 dalla zona play off e con a +8 sulla zona play out. E domenica la squadra di Malloni sarà ospite di una Vis Pesaro in profonda crisi e reduce dalla sconfitta di misura ad Urbania (salita al secondo posto a -11 dalla capolista Samb).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 878 volte, 1 oggi)