CUPRA MARITTIMA – Cala i suoi assi Cupra che all’Inverno Teatrale Cuprense vedrà esibirsi le compagnie del suo paese. La rassegna infatti è forse giunta agli appuntamenti più attesi: venerdì 26 febbraio, alle ore 21.15, i “Liberi Teatranti” porteranno in scena “Francesca da Rimini, tragedia a vapore”. Commedia di Antonio Petito, per la regia di Severino Trionfante, l’opera è ambientata in un teatro, gli attori stanno per recitare la commedia scritta da Silvio Pellico, “Francesca da Rimini” appunto. Ad un certo punto tra questi attori scoppia un furibondo litigio e vanno via. Devono essere sostituiti, arriva un’altra compagnia, ma si tratta di un gruppo di poveri “guitti” che invano cercano di cimentarsi con il testo originale in italiano, trasformando la tragedia in farsa.

Sul palco vederemo, oltre naturalmente a Severino Trionfante, motore di questa compagnia, anche Marco Trionfante, Lucio Spina, Giuseppe Mazza, Simonetta Olivieri e Federica Cestarelli. Ha dichiarato a proposito l’assessore alla Cultura Luciano Bruni: «I “Liberi Teatranti” da molti anni allietano le platee esibendosi con il repertorio soprattutto di De Filippo, così che il pubblico ha potuto sorridere senza perdere il gusto della parola, seguendo un percorso narrativo e contenutistico di una certa levatura».

Questa volta però l’opera non è di De Filippo ma di Antonio Petito. L’autore nacque a Napoli nel 1822, fu colui che rese famosa la maschera di Pulcinella. Con “Francesca da Rimini, commedia a vapore” divenne un importante commediografo europeo. Petito morì il 24 marzo 1876 mentre recitava al Teatro San Carlino il dramma “Dama Bianca”. Gli spettatori pensavano fosse un colpo di teatro invece era la verità.

Anche il letterato Antonio De Signoribus afferma a proposito dei Liberi Teatranti: «Dopo un 2008 ricco di soddisfazioni, la compagnia cuprense si accinge a portare in scena una nuova ed interessante provocazione che lascerà il segno». Il costo del biglietto è di 8 euro, ridotto 6 euro. Per pronotazioni è possibile telefonare allo 0735.777350. È prevista già una replica, sempre al Cinema Teatro Margherita, il giorno dopo, sabato 27 febbraio alle ore 17.45.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 849 volte, 1 oggi)