GROTTAMMARE – L’inverno è quasi alle porte, e dopo la primavera tornerà, ancora, l’estate: tempo di turismo. Così il prossimo 26 febbraio a Grottammare, presso il residence “Le Terrazze“, si svolgerà un importante incontro nazionale, organizzato dall’Itb Italia, che vedrà riuniti gli imprenditori delle strutture turistico balneari  di tutt’Italia e che si intitola “Quarantamila leghe … sotto i mari, l’imprenditore, l’impresa e il turismo balneare”.
Per capire l’importanza dell’incontro basta tenere presente che gli imprenditori del settore balneare sono 30 mila in Italia e devono gestire un settore che da solo genera 15 miliardi di euro all’anno di fatturato, pari all’1% del Pil nazionale (dati Nomisma 2007) e dà lavoro a circa 300 mila persone.
L’incontro vedrà al mattino un seminario di studi  con la partecipazione di vari esperti del settore e nel corso del quale verranno trattati i temi dell’erosione delle spiagge italiane, delle nuove disposizioni europee in merito al rinnovo delle concessione demaniali e, soprattutto, delle nuove norme relative al canone per le pertinenze commerciali, saranno in oltre valutate le proposte dell’itbitalia che verranno presentate al governo al fine di dare continuità e certezze agli imprenditori turistici balneari: tutti temi di grandissima importanza per il comparto turistico balneare.
Nel pomeriggio, dalle ore 15,30, ai partecipanti al convegno verranno illustrate le proposte d’intervento, elaborate al mattino, e verranno discussi insieme alle autorità politiche, sociali territoriali presenti, i programmi d’intervento da sviluppare nella prossima stagione, a livello locale e  nazionale; tutto ciò per far fronte ad una situazione che si sta facendo sempre più critica.
E’ importante, segnala l’Itb, che tutti gli operatori del settore siano presenti a questo convegno perché non si può restare inerti di fronte ad una realtà che rischia di mettere in ginocchio un intero settore della nostra economia e per la difesa delle nostre attività e del nostro lavoro.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 660 volte, 1 oggi)