SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Riprendono le attività di Eurodesk, lo sportello informativo della Provincia di Ascoli Piceno che era rimasto inattivo all’indomani della “rumorosa” separazione tra Ascoli e Fermo.

Da venerdì 26 febbraio sarà dunque riaperto (h 9-13) il punto sambenedettese presso il municipio di Viale De Gasperi, mentre per quanto riguarda il capoluogo Piceno si dovrà aspettare fino a martedì 30 (sempre dalle 9 alle 13, Corso Mazzini).

«La nuova amministrazione provinciale vuole dare nuovo impulso al progetto e offrire delle opportunità ai giovani della fascia 16-35 anni», spiega l’assessore provinciale alle Politiche Sociali, Pasqualino Piunti.

Lo sportello potrà offrire svariati supporti, come presentare un progetto di scambio tra ragazzi o che rientri nel programma “Gioventù in Azione”, migliorare le proprie competenze linguistiche e fare un’esperienza di studio-lavoro in uno dei paesi della Comunità Europea.

«Siamo il centesimo sito in Italia, il quattrocentesimo in Europa», afferma il referente dello sportello Eurodesk, Alessandro Bruni, che aggiunge: «E’ nostra intenzione fornire informazioni e un orientamento in questo senso».

Da segnalare ai già citati, inoltre, anche altri servizi integrativi. L’Eures permetterà la messa in contatto con realtà lavorativo a livello comunitario, facendo incontrare la domanda e l’offerta internazionale; mentre lo Sve (Servizio Volontariato Europeo), consentirà esperienze all’estero remunerate dai sei ai ventiquattro mesi, nell’ambito del volontariato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 477 volte, 1 oggi)