Da Riviera Oggi in edicola

Serie B2 Maschile: Affittitalia Volley – Paoloni Appignano 3-0 (25-17; 25-21; 25-22)

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ancora una meritatissima vittoria quella di sabato 20 Febbraio al Palaspeca di San Benedetto del Tronto. Il coriaceo team dell’allenatore Massimo Ciabattoni ci ha abituato a bel gioco e grande spessore tecnico, nonché a numerose vittorie, casalinghe e non. Capita alla Paoloni Volley di Appignano di Macerata, questa volta, di sottomettersi alla superiorità dell’Affittitalia Volley, determinata a mantenere il proprio vantaggio sulle dirette inseguitrici Vecci di Jesi e Invicta di Grosseto.

L’avversaria sfodera da subito Andrea Giavelli (cresciuto nelle giovanili della Riviera Samb Volley). Di contro la squadra rossoblu deve fare a meno dello schiacciatore/opposto Ubaldi, fuori per infortunio, e lo sostituisce con Di Giacomo. Il primo set appare inizialmente molto equilibrato, con le squadre in parità fino al 7-7. Poi i Sambenedettesi guadagnano un vantaggio di 3 punti (10-7) che mantengono fino al servizio messo out da Mancini (13-10) e addirittura lo raddoppiano per arrivare così al secondo time-out tecnico sul 16-10. Un successivo ace di Serafini fa segnare +7 sul tabellone. A fatica i Maceratesi tentano il recupero e mai vi riescono. Grazie a Baldasseroni che atterra la palla del 21-14, Belluccini che sbaglia le misure del suo attacco e Mancini che piazza un’imprendibile schiacciata, l’Affittitalia si ritrova in vantaggio massimo: +9 con 23-14. A questo punto, il colpo di coda della Paoloni è inevitabile: aiutati da alcune imprecisioni dei ragazzi di Ciabattoni, gli ospiti piazzano un break di 3 punti, interrotto magistralmente da capitan Mancini (24-17). Il punto del set-ball arriva grazie al muro sambenedettese che rinvia al mittente l’attacco di Sarpong (25-17).

Le battute iniziali del secondo set sembrano nuovamente riequilibrare i giochi: le formazioni avverse si appaiano più volte fino al 4-4. Ma, inaspettatamente, è la squadra ospite a giungere in vantaggio al primo time-out tecnico (5-8). La perdita del primo set sembra aver stimolato Appignano a recuperare concentrazione, che sembra invece mancare all’Affittitalia, mostratasi molto meno incisiva. Sono necessarie diverse azioni per raggiungere il pareggio, che si concretizza con il muro di Zagaria (13-13). Al secondo time-out tecnico San Benedetto è a +1 sull’avversaria (16-15), vantaggio che riesce ad incrementare fino ad un massimo di 4 lunghezze. Il set si chiude, sul 25-21, con un attacco di Belluccini murato da Baldasseroni.

Il terzo parziale registra dal 4-4 in poi alcuni break di 2-3 punti favorevoli ai Rossoblu (6-4, 8-5, 11-6). Ma è brava la Paoloni a non mollare la presa e a riavvicinarsi pericolosamente a un -1 determinato dalla schiacciata out di Mancini (12-11). Nonostante Molinari e Sarpong mettano a segno attacchi preziosi, gli avversari non riescono mai a pareggiare i conti: mancano sempre 1 o 2 punti per rimettersi in pari. All’Affittitalia, invece, riesce l’allungo, vuoi per azioni efficaci dei propri uomini, vuoi per errori altrui: come quello di Belluccini che sull’alzata del palleggiatore non riesce a far altro che accarezzare la palla (24-21). Un pallonetto di Sarpong annulla il match-ball (24-22), che viene conquistato successivamente da Zagaria, dopo un’azione concitata. La gara si conclude sul 25-22.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)