RIPATRANSONE – Quintilio Capriotti ha compiuto lo scorso 17 febbraio cento anni. Nato a Ripatransone, dopo un susseguirsi di trasferimenti in comuni limitrofi, sposò sessantaquattro anni fa la sua compagna di vita Delia, dalla quale ha avuto Vito e Giordano.

Sopravvisse alla Seconda Guerra Mondiale, si ricongiunse ai suoi familiari e si dedicò a tempo pieno all’agricoltura.

Ritiratosi dal lavoro quattro anni fa, Quintilio ha festeggiato il suo compleanno coi parenti e gli amici più cari. Presenti anche il sindaco e la giunta comunale che gli hanno consegnato una targa celebrativa.

A lui vanno gli auguri dei figli Giordano e Vito, delle nuore Regina e Angela, dei nipoti Roberto, Graziano e Giovanna e dei nove pronipoti. Si unisce infine agli auguri anche il fratello novantaquattrenne Pompilio: insieme testimoniano ben 194 anni di storia ripana.

Perchè a Ripatransone si vive bene e a lungo. Quale migliore prova di questa?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 892 volte, 1 oggi)