TERAMO – Osvaldo Bevilacqua promuove le risorse turistiche del territorio teramano nell’ambito di uno speciale di Yes Italia, il canale satellitare Rai, realizzato alla Bit di Milano.

Lo storico conduttore di Sereno Variabile ha intervistato il Presidente Valter Catarra, che ha illustrato le iniziative per la promozione turistica e il marchio “Costa blu”.

Yes Italia ha allestito uno studio all’interno della Bit di Milano – conclusasi domenica 22 febbraio – proprio per valorizzare l’offerta turistica italiana e fra le numerose realtà presentate vi è anche la provincia di Teramo. «In Italia c’è un territorio che ha un caratteristica unica  – ha detto il conduttore – dove in pochi minuti prima fai un tuffo nel mare e poi te ne sali sulla montagna più alta dell’Appennino; è la provincia di Teramo». E’ cominciata così l’intervista con il presidente Valter Catarra il quale ha avuto modo di parlare delle peculiarità del nostro territorio e dei progetti che la Provincia sta mettendo in campo. Una vetrina importante, quella di Yes Italia, un canale diffuso in tutti e cinque i continenti.

Al termine, l’assessore al Turismo Ezio Vannucci ha regalato a Bevilacqua le pubblicazioni curate dall’ente e lo ha invitato in Abruzzo per una puntata tutta dedicata alla provincia teramana.

Alla Bit di Milano è stato anche presentato ufficialmente il marchio “Costa Blu”, alla presenza del governatore Gianni Chiodi, dei sette Comuni della costa e della Provincia.

«Insieme per la prima volta, per fare, insieme e bene, tutto quanto è possibile per valorizzare il prodotto mare della nostra provincia – ha affermato Vannucci – noi lo consideriamo un punto di partenza. Da domani saremo al lavoro per affiancare al momento di promozione quello di marketing, riempiendo di contenuti, di progetti e di iniziative, questo patto di collaborazione».

Il presidente Catarra ha sottolineato inoltre che quella di Costa Blu è un’iniziativa che si inserisce in una più ampia strategia turistica: integrare mare e montagna, allungare la “stagione” con l’offerta legata alla cultura, l’arte e l’enogastronomia, alle aree protette e in particolare al Parco Gran Sasso Monti della Laga, per fare in modo che tutto il territorio possa essere “vissuto” da chi sceglie di venire in vacanza sul nostro territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 490 volte, 1 oggi)