SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da quando si è capito che non sarebbe più stata la sede per la “Grande Opera” della Fondazione Carisap il dibattito sul suo destino non è più in auge, nonostante il Comune abbia speso 800mila euro per acquisirne il terreno dal Demanio.

Ma sul futuro prossimo del vecchio e storico stadio Ballarin registriamo questa affermazione del sindaco Giovanni Gaspari, che potrebbe lasciar intendere tempi stretti per la demolizione.

«Grazie alla Capitaneria di Porto riusciremo ad ospitare la sede della Croce Verde (attualmente nei locali sul lato sud del Ballarin, ndr) sul lato est dello stadio, nei locali vicini al porto. Poi il nuovo campo da rugby in zona Agraria dovrebbe esser pronto per ottobre, anche se forse per giocarci bisognerà attendere gennaio. I carri di Carnevale necessitano di un’altra sede che stiamo cercando di trovare, consapevoli che occorre che si trovi ad est della ferrovia in quanto il loro passaggio nei sottopassi è difficoltoso. Perciò, in autunno potrebbero partire i lavori per la demolizione del vecchio stadio Ballarin, in modo da aprire finalmente quella zona».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.654 volte, 1 oggi)