NERETO: Sbranchella, Minora 13, Camaioni 5, Marchionni 8, Xillo 13, Rossoli, Lawmann 16, Chukwuka 26, Arcini 2, Ippoliti. All. Polidori.

MARTINSICURO: Pappacena, Mazzella 39, Antonini 11, Vaccarelli 12, Schiavoni 14, Scarpantoni, Diagnè, D´Ercole, Coccia, Illuminati. All: Di Francesco

Arbitri: Catani e De Carlo di Pescara

Parziali:  21-16, 44-30, 66-51

Note: uscito per cinque falli Vaccarelli.

 

NERETO – Nel turno infrasettimanale il Nereto si aggiudica con successo il derby vibratiano ai danni di un dimesso Martinsicuro, che solo nel primo quarto ha impensierito la squadra di casa.

Nel primo quarto Lawmann parte benissimo e dà spettacolo, poi esce malconcio da uno scontro con Mazzella. Più tardi rientrerà, ma si terrà lontano dalla bagarre. I padroni di casa guidano, ma devono aspettare fino all’ ultimo quarto per festeggiare perchè dall’altra parte un grande Mazzella arriva a realizzare ben 39 punti. Il Martinsicuro lascia il parquet con  il coach Di Francesco infuriato con i suoi giocatori. Solo quattro infatti sono andati a segno tra gli ospiti: troppo poco per acciuffare la vittoria, nonostante il grande impegno dell’italoargentino Mazzella che da solo ha cercato di tenere a galla la barca della T&T.

Dall’altra parte i due stranieri, Chukwuka e Lawmann a mezzo servizio hanno realizzato 42 punti, la metà dei punti totali, facendo la differenza.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 567 volte, 1 oggi)