CONTROGUERRA – Arrestati con l’accusa di aver picchiato il titolare di una ditta estorcendogli del denaro. Vittima dell’episodio è stato un imprenditore di Ascoli Piceno che ha un’azienda a Controguerra, sulla Bonifica del Tronto. In base a quanto ricostruito dai Carabinieri di Corropoli, che hanno condotto le indagini, l’uomo a dicembre 2009 avrebbe ricevuto la visita di Fiorenzo Del Ferro, 59 anni, e del figlio Guido 20 anni, di Alba Adriatica, che minacciandolo con dei bastoni gli avrebbero intimato di sborsare 700 euro per conto di Umberto Nepa, 71 anni di Tortoreto, al quale non sarebbero stati pagati alcuni fusti di olio.

L’uomo spaventato aveva consegnato il denaro, ma i due si sarebbero accaniti colpendolo a bastonate sulle gambe e alle ginocchia, riuscendo a rubargli altri 300 euro. Quindi si erano dati alla fuga. L’imprenditore aveva provveduto a sporgere denuncia dapprima ai Carabinieri di Ascoli, poi alla Caserma di Corropoli competente per territorio. Al termine delle indagini il gip del Tribunale di Teramo Guendalina Buccella ha disposto per i tre l’ordinanza di custodia cautelare in carcere a Castrogno, con l’accusa di concorso in estorsione. Padre e figlio dovranno rispondere anche di concorso in rapina.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 744 volte, 1 oggi)