SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «Se la Samb ha la volontà e la possibilità di mettere a norma lo stadio Riviera delle Palme senza appesantire il bilancio comunale posso solo essere contento». Lo afferma il sindaco Giovanni Gaspari al quale chiediamo conto degli ultimi sviluppi della questione messa a norma ”Riviera delle Palme”.
«Di una cosa posso dirmi felice a priori, cioè che Sergio Spina è il primo presidente che ci presenta proposte relative allo stadio che non mettono sul tavolo delle speculazioni edilizie».
Non ci sono novità di rilievo, stando a quanto dice il primo cittadino, o quantomeno si parla ancora di ipotesi progettuali. La questione è complessa e coinvolge vari aspetti. Il Comune si dice aperto ad esaminare il progetto della Us Samb, Gaspari stima il presidente Sergio Spina e il suo staff, bisognerà ragionare in termini di convenzione Samb-Comune per l’utilizzo del Riviera, stadio di proprietà comunale.
Un passo indietro. L’ipotesi studiata dallo staff Samb per trovare i fondi per la messa a norma del Riviera (agibilità statica e 15mila posti circa di capienza) riguarda l’installazione di impianti fotovoltaici e quindi il ricavo di risorse economiche per mezzo dell’energia prodotta e del meccanismo del Conto Energia.
Impianti fotovoltaici, allo stato delle cose, da installare sulle tettoie sopra i tre settori scoperti del Riviera.
C’è il nodo della convenzione, però. Secondo varie norme, prima di poter mettere in atto un meccanismo del genere (ricavo dagli impianti fotovoltaici) la Samb dovrebbe poter godere di un diritto sullo stadio che gli potrebbe venire solo da una convenzione pluriennale con il Comune.
La convenzione approvata nell’estate 2009 dal consiglio comunale ha durata annuale. Spiega Gaspari: «Abbiamo sostenuto chiaramente, e i verbali del consiglio comunale lo dimostrano, che preferiamo convenzioni dalla durata pluriennale perché danno garanzie maggiori sia alla Samb sia al Comune. L’estate scorsa però abbiamo preferito fare un accordo annuale, non conoscendoci ancora bene con la nuova proprietà Spina. Ora li conosciamo e li apprezziamo per i risultati e per il bene che vogliono alla Samb. Ma per realizzare questi progetti ambiziosi bisogna fare valutazioni approfondite».
Stando a quanto dice il sindaco, la Us Samb non ha ancora presentato un progetto dettagliato, limitandosi a esporre ipotesi e prospettive. Il Comune, per voce del sindaco, manifesta un atteggiamento “laico”.
«Siamo aperti alle proposte, però finché non riceviamo proposte dettagliate siamo nell’ambito dei desiderata».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.488 volte, 1 oggi)