SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «L’elenco dei potenziali siti nucleari diffusi dal nostro presidente Angelo Bonelli è attendibile. Del resto nessuno dal Governo finora si è premurato di smentirla. Rendano pubblico l’elenco prima delle elezioni regionali se sono così convinti del ritorno al nucleare».
Per i Verdi dunque c’è il serio pericolo che da Roma decidano che la Riviera delle Palme potrebbe ospitare una delle nuove centrali nucleari a partire dai prossimi anni.
Del resto è stato proprio il loro presidente nazionale Angelo Bonelli a diffondere quella che viene ritenuta la lista dei siti identificati da Enel e dai francesi di Edf.
L’assessore regionale Gianluca Carrabs capeggia la delegazione dei Verdi che martedì in Comune ha espresso tutto il suo dissenso verso il Governo: «Il nucleare in Italia è un atto fascista, siamo sbalorditi. È al limite della schizofrenia che il Governo non consideri il grande potenziale economico ed occupazionale del settore delle energie rinnovabili. La Regione Marche è stata una delle prime a fare ricorso alla Corte Costituzionale contro la legge 99 del 2009 del Governo dopo che questi ha preso la decisione di tornare al nucleare. Crediamo ci sia un conflitto di competenze perché il nostro piano energetico regionale prevede il risparmio energetico, l’uso delle rinnovabili e l’autosufficienza energetica di ogni Provincia, per incentivare la produzione diffusa di energia. Per la Regione il no al nucleare è secco».
Insomma, non c’è alleanza alle regionali con l’Udc che tenga, gli fa eco il segretario provinciale dei Verdi Paolo Canducci. «Gli alleati dell’Udc non hanno chiesto il lasciapassare per il nucleare».
I Verdi nel loro logo inseriranno il motto “No al nucleare” e ribadiscono che oltre alla contrarietà a prescindere c’è ovviamente l’impatto catastrofico che una centrale nel Piceno avrebbe sul nostro turismo balneare. «Se San Benedetto fosse nella lista, chi darebbe lavoro a tutti coloro che lo perderanno all’interno del comparto turistico?».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.478 volte, 1 oggi)