SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il sindaco Giovanni Gaspari ha effettuato martedì 16 febbraio un sopralluogo nella scuola di Zona Nord, in via Ferri, dopo che nei giorni scorsi una finestra si è sganciata in un’aula cadendo sopra una maestra nonostante gli infissi fossero stati sostituiti non da molto.

Giovedì 18 febbraio alle ore 21 l’Amministrazione comunale incontrerà genitori degli alunni e residenti nel quartiere, nel corso di un’assemblea pubblica che si svolgerà nella stanza sopra al teatro della parrocchia San Filippo Neri. Verranno presentati il quadro della situazione e i provvedimenti che l’Amministrazione comunale sta prendendo.

Durante il sopralluogo il sindaco era accompagnato dal consigliere comunale Fabio Urbinati, da alcuni dirigenti e tecnici comunali, oltre che dalla responsabile del I° Circolo Didattico Giuseppina Carosi. Il sopralluogo ha riguardato ogni angolo della scuola, ed ha permesso di effettuare una raccolta estremamente dettagliata degli interventi necessari, per lo più di piccola manutenzione, anche in considerazione dei lavori già portati a termine nel corso del tempo, anche di recente.

Nei giorni scorsi sono già stati effettuati i controlli sugli infissi della scuola. Altri interventi già mercoledì 17 febbraio, quando si interverrà sui vialetti di accesso ai due plessi scolastici (che ospitano scuola materna, primaria e media) per evitare ristagni d’acqua. Verranno poi sistemati i vetri della palestra, poi si farà una ulteriore messa in sicurezza dei vetri, con applicazione di pellicola adesiva, in attesa di poter cambiare del tutto quegli infissi.

A seguire, anticipando interventi già programmati per l’estate, si effettueranno i necessari lavori sugli spogliatoi della palestra, che vengono utilizzati sia dagli studenti, che da società sportive, ovviamente al di fuori dell’orario scolastico, come da convenzioni con il Comune. Questi locali verranno sistemati definitivamente dopo Pasqua.

Entro Pasqua, invece, si conta di aver completato la ricognizione di tutti gli infissi di tutte le scuole, applicando ove necessario un ulteriore sistema di sicurezza, per l’apertura “vasistas” delle finestre, che è quella che ha creato i maggiori problemi (questa apertura è quella per cui la finestra poggia sul lato corto e si apre in alto, mentre l’altra possibilità è l’apertura facendo leva sul lato lungo). Complessivamente, per questa emergenza sono stati preventivati 21 mila euro di spesa da parte dei tecnici comunali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 744 volte, 1 oggi)