CUPRA MARITTIMA – Ad alcune si può rimediare più facilmente, per altre ci vorrà un po’ più di tempo. Sono le richieste avanzate dai residente del Quartiere Cinque, conosciuto anche come quartiere “Europa”, durante l’incontro con l’amministrazione di mercoledì 10 febbraio. Si tratta ad esempio di una maggior cura dell’impianto fognario, un marciapiede che costeggi la Statale 16 e una maggiore illuminazione di alcune zone. Il presidente del quartiere, Donatella Mora, ha anche fatto presente che «a Cupra mancano dei porta bici e nel lungomare ci servirebbero delle panchine in più». L’assessore ai lavori pubblici, Graziano Cognigni, ha affermato a proposito di aver già individuato una ditta disposta ad installare i porta bici.

Gli abitanti del quartiere hanno inoltre colto l’occasione per evidenziare la maleducazione di alcuni cuprensi che hanno la bruttissima abitudine di portare a spasso il proprio animale domestico nelle aiuole o negli spazi verdi, senza poi provvedere a rimuovere le deiezioni. Il sindaco Domenico D’Annibali ha ricordato che è in vigore l’ordinanza sul decoro pubblico che prevede sanzioni a riguardo, ma che comunque «l’educazione alla civiltà parte da ciascuno di noi, dando esempi di comportamenti corretti». Per quanto riguarda invece il marciapiede nel tratto di Statale 16 che interessa il quartiere 5, gli amministratori hanno affermato che il progetto è in programma ma sarà difficile realizzarlo nel 2010.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 735 volte, 1 oggi)