ASCOLI PICENO – Dopo il fortunato Meeting di Rimini, grazie al quale nella prossima primavera arriveranno 40 operatori turistici a visitare il Piceno, la Provincia di Ascoli farà tappa in Germania, dove sarà presente con un proprio stand alla Fiera Internazionale del Turismo in programma a Monaco di Baviera dal 18 al 22 febbraio. Negli stessi giorni il Piceno sarà rappresentato anche alla fiera Bit di Milano presso il padiglione della Regione Marche.

A Monaco, saranno presenti 1500 espositori provenienti da 60 paesi e sono attese circa 120 mila presenze.

«Nell’ultimo anno – ha spiegato l’assessore provinciale al Turismo Bruno Gabrielli – la percentuale di arrivi e presenze ha fatto registrare drastici decrementi, soprattutto in una città turistica come San Benedetto; per questo è nata l’esigenza di rilanciare il turismo con un’ offerta integrata che coinvolga tutte le attrattive del Piceno, puntando anche su cultura ed enogastronomia».

La Provincia sarà presente in Germania anche perchè è il paese che ha da sempre costituito lo zoccolo duro del turismo in Italia.

Ma alla Germania è legata anche la scoperta della presenza di un romanzo d’amore interamente ambientato nel Piceno scritto nel 2003 da un docente universitario tedesco.

Hans Josef Orthei, questo il nome del professore ordinario di scrittura creativa e giornalismo culturale all’Università di Hildesheim, aveva soggiornato poco tempo prima nel Piceno e, affascinato dalle bellezze locali, aveva tratto l’ispirazione per scrivere una storia interamente ambientata nelle località del territorio, partendo dal Museo Ittico di San Benedetto fino ad arrivare ad Ascoli e ai Monti Sibillini, con tanto di riferimenti alle tipicità enogastronomiche e alle opere del pittore Carlo Crivelli.

La dottoressa Lilia Marucci, imprenditrice e componente del comitato provinciale Piccola Industria, ha segnalato all’Amministrazione provinciale la presenza di questo libro e si è messa in contatto con il docente, il quale ha dato la propria disponibilità a partecipare alla fiera e alle altre iniziative in programma. Hans Josef Orthei è uno scrittore abbastanza conosciuto in Germania, ha già pubblicato diversi romanzi di discreto successo conseguendo anche un riconoscimento al Premio Thomas Mann.

Considerando che il turismo letterario è un fenomeno che sta prendendo sempre più piede ( a Roma alcuni turisti stranieri girano con il libro di Dan Brown in mano), anche questa iniziativa potrebbe portare i suoi frutti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 624 volte, 1 oggi)