TERAMO – Si è conclusa da poche ore l’operazione antidroga “Ultima Alba” effettuata dai Carabinieri di Grazzanise (Caserta) e coordinata dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, che ha portato, con la collaborazione dei Comandi di Arma competenti per territorio, ad una serie di  arresti in tutta Italia, tra cui anche ad Ascoli Piceno e a Martinsicuro, dove sono stati sottoposte a fermo persone coinvolte nella vicenda.

Le indagini sono partite nel marzo 2009 dalle indicazioni di un giovane tossicodipendente che aveva riferito ai Carabinieri di acquistare la droga da uno spacciatore di colore operante a Castel Volturno. Da qui l’inchiesta si è allargata e, attraverso pedinamenti, video riprese, intercettazioni telefoniche e riscontri di polizia giudiziaria (arresti in flagranza e sequestri di sostanze stupefacenti), si è concentrata su una serie di persone che avevano allestito un redditizio sistema di spaccio di stupefacenti esteso in varie regioni italiane.

La droga veniva lavorata e tagliata a Castel Volturno, presso l’abitazione di alcuni africani trasformata in un vero e proprio “supermarket” della droga, al quale si rifornivano spacciatori provenienti da tutta Italia, e soprattutto dalle province di Latina, Frosinone, Ascoli Piceno e Teramo, ma anche Rimini e Vicenza. Gli acquirenti si recavano a Castel Volturno per rifornirsi di stupefacenti, che poi provvedevano successivamente a smerciare al dettaglio nelle zone di provenienza. In alternativa, la droga veniva trasportata “a domicilio” nelle regioni Lazio, Abruzzo e Marche attraverso corrieri africani (nigeriani, ghanesi, algerini e tunisini) che la occultavano nella cavità anale.

I blitz scattati nella mattinata di venerdì 12 febbraio nelle province di Caserta, Napoli, Milano, Roma, Latina, Frosinone, Teramo, Ascoli Piceno, Rimini e Vicenza sono stati l’epilogo di una serie di indagini durate 11 mesi. 24 le persone indagate (di cui 18 africani e 6 italiani, originari di Napoli, Terracina, Velletri, L’Aquila, Latina, Alatri), 20 gli arrestati, e circa 700 i grammi di droga sequestrata (610,11 grammi di eroina, 2 grammi di cocaina, 50 grammi di hashish e 5 grammi di marijuana).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.042 volte, 1 oggi)