SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sognando la fuga. E’ quello che sperano i tifosi rossoblu dopo che dal doppio e difficile impegno esterno la Samb è riuscita a mantenere immutato il distacco dall’inseguitrice rimasta, la Fermana, che guarda la squadra di Palladini da cinque punti di distanza. E domenica, a differenza di mercoledì, le parti sono invertite: i ragazzi di Spina giocano al Riviera, mentre i canarini vanno a giocare nel campo della ex prima in classifica, quell’Urbania che dopo un lungo periodo di appannamento si è scossa andando a vincere per 4-1 nel campo del fanalino di coda, la Vis Macerata. L’Urbania è ora terza in classifica a 46 punti, a quattro lunghezze dai fermani.
Così l’incontro più importante della giornata è proprio Urbania-Fermana: i durantini in casa hanno vinto 7 volte, pareggiato 4 e perso in una sola occasione, totalizzando 25 dei 46 punti complessivi, con 19 gol fatti e 8 subiti. Da parte loro gli uomini di De Amicis lontano dal “Recchioni” sono secondi solo alla Samb: 6 vittorie, 3 pareggi e 3 sconfitte, con 18 gol realizzati e 12 subiti.
Aspettando buone notizie da Urbania, Cacciatore e compagni cercheranno di festeggiare il Carnevale superando un’Osimana che annaspa nei bassifondi della classifica: appena 27 punti, e di questi solo 12 lontano dalle mura amiche (2 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte). Per la verità i “senza testa” in trasferta hanno subito pochi gol, soltanto 9: meglio hanno fatto solo la Samb e il Montegiorgio. Tuttavia ne hanno segnati appena 6: peggio c’è solo la Castelfrettese con 5. Quindi parliamo di una squadra probabilmente brava a difendersi ma poco adatta a ripartire in contropiede.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 932 volte, 1 oggi)