OFFIDA – Il giorno di Giovedì Grasso, come in ogni anno dal 1986, da quando il sindaco Longino Carducci, introdusse questa tradizione, il Sindaco di Offida ha consegnato le chiavi della città a una congrega. In una sala consiliare addobbata da tutti gli stendardi delle congreghe, è intevenuto un entuasiasta e particolarmente festoso Valerio Lucciarini, che per la prima volta ha partecipato come protagonista al rituale: «Quest’anno la decisione è stata abbastanza semplice. Due congreghe hanno festeggiato nel 2010 il decennale dalla nascita e una di queste non ha mai preso la chiave. Ho avuto la possibilità di decidere autonomamente ed è l’unico caso in cui il giudizio del sindaco è sovrano».

Padrona della città, da Giovedì Grasso, fino all’accensione del grande falò in piazza, fase finale dei V’lurd, sarà la Congrega degli Orsi.

Il rappresentante del gruppo vincitore, Alessandro Straccia ha ringraziato le congreghe storiche per aver tramandato la tradizione.

Fra queste ricordiamo quelle del Ciorpento, della Ciuvetta, della Mangusta, dei Tirolesi, del Gancio, dei Cappucci Rossi, della Gabbia, del Riccio e dell’Allegra Nobiltà.

«Le congreghe sono la quintessenza del Carnevale offidano», conclude il sindaco Lucciarini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.447 volte, 1 oggi)