ANCONA – Il consigliere regionale Adriana Mollaroli ha dato la disponibilità per una sua candidatura a Presidente della Regione Marche per la coalizione formata da Sinistra Ecologia e Libertà e dalla Federazione di Sinistra (Rifondazione-Comunisti italiani).

Lo afferma il consigliere regionale di Sel Massimo Binci in una nota del tardo pomeriggio di mercoledì. “Sembra che la lacerazione con il Pd sia avvenuta. E’ doloroso prenderne atto per chi, come me, in questi cinque anni ha lavorato per le Marche con i cittadini e le forze politiche del centro-sinistra per farne una Regione vivibile e solidale. Sostengo fino all’ultimo minuto le ragioni della posizione mia e di Sinistra Ecologia Libertà di tenere unito tutto il centro-sinistra”.

Però Binci poi lancia una dichiarazione spiazzante, a maggior ragione per chi credeva che la candidatura prioritaria per una coalizione di sinistra fosse quella di Massimo Rossi.

Infatti Binci afferma: “La posizione di Sel trova conforto oltre che nelle manifestazioni di stima di tanti marchigiani, anche in quello della collega consigliera Adriana Mollaroli che non condividendo i veti discriminatori e immotivati del Pd, ha dato la disponibilità ad una sua candidatura di servizio a Presidente per la coalizione formata da SEL e dalla Federazione di Sinistra”.

Insomma, l’atteggiamento espresso da Binci è questo: chiediamo l’unità del centrosinistra, ma intanto candidiamo la Mollaroli come presidente per la coalizione di sinistra. Una posizione che sicuramente farà discutere, sicuramente anche all’interno della stessa sinistra.
Staremo a vedere quali saranno i prossimi sviluppi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 600 volte, 1 oggi)