GROTTAMMARE – Mentre la lista civica Grottammare Futura cerca di far pesare la propria presenza specie sul lato ambientale e urbanistico, mentre addirittura l’associazione La Formica di Simone Incicco puntella ossessivamente la maggioranza con tanto di cartelloni settimanali esposti in piazza, un fantasma si muove a Palazzo Ravenna: il Pdl grottammarese.

Meno di due anni fa Maria Grazia Concetti provava a scalzare Luigi Merli dopo il primo mandato, ma l’impresa naufragò malamente. A quel punto il pur combattivo gruppo che aveva visto proprio nell’avvocatessa candidata, in Roberto Marconi (ex Udc) e Raffaele Rossi (An) coloro che in qualche modo provavano ad emergere nell’opposizione, si è sfaldato. La Concetti non ha più il piglio combattivo di qualche tempo addietro; Roberto Marconi non è più lo stesso di un tempo in consiglio comunale; Raffaele Rossi preferisce, alle dure e annose battaglie di opposizione cittadina, il ruolo di consigliere provinciale di maggioranza. Inoltre Filippo Olivieri, anch’egli consigliere comunale, è contemporaneamente assessore provinciale e non si fa fatica a comprendere quale dei due compiti gli occupi più tempo. Resta, tra i banchi del Pdl, Giuliano Vagnoni, che per ora non ha fatto nulla per distinguersi dagli altri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.125 volte, 1 oggi)