MONTEPRANDONE – Su disposizione del Tribunale di Padova i Carabinieri di Monteprandone hanno tratto in arresto S.W. di 29 anni, cittadino di origine cinese che si trovava agli arresti domiciliari nel comune piceno.

Il soggetto deve scontare due anni e otto mesi per tentata estorsione in concorso, reato commesso nel 2008 in provincia di Padova. Ora si trova rinchiuso nel carcere di Marino del Tronto.

DENUNCE

I Carabinieri di San Benedetto del Tronto hanno denunciato a piede libero H.K. di 29 anni e A.B. di 38 anni, entrambi di origine marocchina. I due si erano installati abusivamente in un appartamento privato in via Dari, temporaneamente disabitato. Per loro l’accusa è di invasione di edifici e danneggiamento.

I soggetti si trovano attualmente presso la Questura di Ascoli Piceno per una verifica sulla regolarità del loro permesso di soggiorno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 741 volte, 1 oggi)