ACQUAVIVA PICENA – Altro che “storia infinita”. Potremmo benissimo definirla “polemica eterna”. Ci riferiamo ovviamente alla battaglia a suon di numeri scoppiata tra l’assessore al Bilancio Andrea Infriccioli e il patron del Palio del Duca, Nello Gaetani.

Nel penultimo capitolo della ‘querelle’, Gaetani aveva sostenuto che i fondi percepiti dall’amministrazione erano stati «70 mila e non 83 mila», come dichiarato precedentemente dall’assessore. Una cifra inferiore, «dovuta anche all’avvenuto pagamento dell’Iva – spiegava il Cavaliere – senza dimenticare poi che sulle fatture emesse per ricevere il contributo ci paghiamo le tasse».

«Questa è l’ultima volta che tornerò sull’argomento, vista l’oggettività dei fatti», tuona Infriccioli. «L’Iva per tutti i Comuni è un costo e quindi fa parte integrante di un contributo. Gli enti locali detraggono l’Iva solo su alcuni servizi a domanda individuale ben definiti dalla normativa quali mensa scolastica, trasporto scolastico, illuminazione votiva. Per tutto il resto l’Iva è un costo».

«Ringrazio Gaetani – prosegue – che fa aumentare i consensi della nostra maggioranza. Continui a dire tutto quello che vuole, ma la gente di Acquavivaè ben informata, più di quanto lui possa credere».

Tutte le saghe prima o poi hanno un finale. Che sia questa la volta buona? Ad ogni modo per noi di Rivieraoggi.it lo è.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.407 volte, 1 oggi)