SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La nuova frontiera del mercato sembra essere inequivocabilmente quella del biologico, in tutte le sue forme, di grande interesse per un turismo di qualità e attento all’ambiente.

Per questo Confindustria afferma di appoggiare il progetto della Colazione Bio, primo passo verso alberghi e strutture del Piceno che offrano un completo servizio dedito al biologico, coadiuvando sviluppo produttivo ed eccellenza dell’offerta economica, il tutto nel rispetto dell’ambiente.

L’obiettivo è soprattutto quello di creare una tipicità dei prodotti enogastronomici locali legata però alla produzione sul nostro territorio, creando quindi una reale genuinità e originalità dell’offerta tramite il metodo della filiera corta, garanzia di alta qualità.

Come ci dice Nazzareno Torquati, in Italia il biologico non è ancora tanto diffuso quanto negli altri paesi, si tratta infatti di una piccolissima minoranza, forse poco più del 4%, contro paesi come Germania o Scandinavia nei quali il consumo arriva anche al 70%.

Sicuramente il fattore informativo è importante in quanto se non si conoscono i vantaggi e la genuinità di questo tipo di prodotti non si può neanche decidere di preferirli agli altri.

La Colazione Bio, ad esempio, sarà offerta dagli alberghi parallelamente a quella tradizionale, creando quindi una possibilità di consumo consapevole.

Tutto questo contribuisce ad una diversa visione del nostro territorio, in direzione positiva naturalmente, conferendo una maggiore attrattiva nel segno della modernità, alta qualità e attenzione all’ambiente, elementi fondamentali per un turismo di qualità.
In tale direzione si auspica quindi anche la creazione di un marchio ben preciso che attesti la qualità e valorizzi così il territorio, come proponeUmberto Scartozzi rappresentante degli operatori turistici di Grottammare.

Importante quindi promuovere e pubblicizzare l’iniziativa nei centri commerciali e negli alberghi, ma soprattutto nelle fiere in cui la visibilità con il mercato europeo è maggiore. A tal proposito il prossimo appuntamento è proprio con la B.I.T. (Borsa Internazionale del Turismo) che parte il 18 febbraio fino al 21, nella quale verrà presentato il nuovo catalogo anche quest’anno in pennetta USB e con una proposta, la già collaudata formula del soggiorno “pernottamento-escursione” in un itinerario attraverso ben undici aziende vitivinicole.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 647 volte, 1 oggi)