GROTTAMMARE – Si è tenuta venerdì 5 febbraio l’incontro con una delegazione del Circolo Partito Democratico di Grottammare da “Casa Lella”, con l’obiettivo di conoscere da vicino l’attività della Casa Famiglia, attiva a in città da diversi anni e per realizzare l’impegno di devolvere a favore di iniziative sociali, parte del ricavato della grande Lotteria di Grottamare estratta a fine agosto scorso.

«È stata un occasione molto utile – afferma il circolo – per discutere di eventuali progetti da promuovere nel territorio, al fine di conferire autonomia economica alla Comunità e consentire la possibilità di seguire i ragazzi maggiorenni dimessi per raggiunto limite di età, talvolta non pienamente autonomi nella gestione della quotidianità».

Il segretario del Circolo, a nome di tutti i dirigenti e gli amministratori presenti ha ringraziato “Casa Lella” per l’accoglienza (i ragazzi hanno anche preparato un bel buffet), e per l’opportunità avuta di approfondire la conoscenza dell’opera di tanti volontari, che nel silenzio e l’anonimato, forniscono alla società servizi impegnativi, esclusivi e di grande responsabilità, talvolta nell’inerzia se non nel disinteresse  delle istituzioni.

La Casa Famiglia ha lo scopo di fornire un attività di accoglienza con azione di sostegno a ragazzi dai 12 ai 18 anni (italiani e non), segnalati dai Servizi Sociali, dalle Asl e talvolta collocati dal Tribunale dei Minori, con l’obiettivo di consentirne una integrazione progressiva e responsabile nel contesto sociale.

All’incontro erano presenti i responsabili e gli operatori della Cooperativa “Lella 2001 o.n.l.u.s”, che appunto gestisce la Comunità nonché i ragazzi ospiti della struttura, un bell’edificio storico nel Vecchio Incasato, attualmente concesso dall”Istituto Povera Costante Maria”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 708 volte, 1 oggi)