FABRIANO – In diretta web dallo stadio di Fabriano, Samb in vantaggio dopo 4 minuti con un colpo di testa di Ivan D’Angelo dopo un cross dalla destra di Cacciatore.
Un leggero sole tenta di indorare la conca di Fabriano, attorno le cime sono innevate, il campo è in condizioni non buone per le nevicate della settimana passata.

Ecco le formazioni:

FORTITUDO Latini A., Ippolito (69′ Ruggeri), Cecchetto, La Mantia (54′ Diaz), Santinelli, Ercoli, Biagini (69′ Biocco), Alessandrini, Pandolfi, Trimarco, Bazzucchi. A disposizione Pecci, Latini W., Ottavi, Piermattei. All. Tresoldi

SAMB Chessari, Ogliari, Zazzetta, D’Aniello, Pulcini, Mengo, D’Angelo (78′ Natalini), Biancucci (70′ Carboni), Gentili (19′ Marzeglia), Cacciatore, Bianchi. A disposizione D’Ambrogio, Bizzarri, Natalini, Giandomenico, Nicolosi. All. Palladini

Arbitro: Pieruzzi di Perugia, assistenti Giantomai di Ancona e Sclavi di Macerata

Ammoniti: Diaz (F), Zazzetta
la Samb ha cominciato a mille, con il ritmo giusto nelle gambe e l’aggressività giusta nella testa. Dopo pochi istanti D’Angelo cerca un calcio di rigore in area. Due minuti dopo l’inusuale gol di testa del giovane rossoblu, quest’oggi in campo l’altro under è il mediano Biancucci, che si è distinto con una ottima palla recuperata a centrocampo con un tackle potente ma pulito.

Temperatura molto fredda. Circa duecento i tifosi giunti dalla Riviera. La Fortitudo cerca di reagire con delle ripartenze imprecise. Intanto a bordo campo si scalda Marzeglia, che entra al posto di Gentili che si è fatto male. Non sembra nulla di grave, comunque, ma Palladini opta per il cambio dopo appena 19 minuti.

20′ Eccellente Eddy Mengo che in controtempo blocca la discesa sulla fascia di Trimarco a sinistra.

22′ buon tackle di Pulcini, D’Angelo riparte sulla destra, appoggio per Cacciatore al centro, sinistro insidioso di poco a lato sul palo destro di Latini.

23′ rigore per la Samb, palla in profondità di D’Aniello, il guardialinee non fischia il fuorigioco, Cacciatore atterrato dal portiere Latini. Sul dischetto va Ogliari, palla rasoterra sul palo destro, Latini (che non è stato neanche ammonito) ci arriva ma non fino a deviare la palla. Il pubblico protesta per u preteso fuorigioco sull’azione del rigore.

La partita appare a senso unico, la Fortitudo appare demoralizzata dopo l’inizio choc, mostrando evidenti lacune tecniche che la negativa predisposizione psicologica non fanno che evidenziare.

34′ punizione dalla fascia sinistra di Santinelli, palla arcuata, ottima presa aerea di Chessari.

38′ Marzeglia difenda una palla al limite grazie alla sua potenza, retro appoggio per l’accorrente Cacciatore, sinistro di prima intenzione, palla a mezza altezza bloccata da Latini.

40′ l’arbitro perugino Pieruzzi pare aver lasciato a casa i cartellini. D’Angelo compie un netto fallo di mano in fase difensiva, ma è solo punizione dalla fascia sinistra. Nulla di fatto.

41′ errore difensivo della Samb, Pandolfi in fase centrale si trova di fronte a Chessari ma gli spara la palla addosso.

45′ Trimarco spara un destro dal limite totalmente fuori bersaglio, la Samb controlla il match su un campo molto pesante.

Ottimo avvio, con l’inedito gol aereo di D’Angelo. Poi il rigore apparso netto per quanto riguarda il fallo del portiere in uscita su Cacciatore, da rivedere per quanto riguarda l’eventuale fuorigioco.

Ma comunque la Samb è di un altro pianeta. Sono quelle partite che a noi amanti rossoblu fanno malinconia e rabbia per via della categoria del tutto immeritata in cui ci troviamo. Ma questo vuole la capricciosa divinità del calcio, e noi dobbiamo adeguarci, sperando che tante sofferenze sportive un giorno vengano compensate da una gloria che la città attende da almeno venti anni. Con questa dirigenza tifosa, con questi tifosi positivi che apprezzano iniziative potenzialmente rivoluzionarie come “Tifosi pro Samb”, la speranza è che i tristi tempi del dilettantismo vengano lasciati alle spalle per sempre. E’ un supplizio che non meritiamo. Avanti Samb, comunque, questo campionato è ancora da vincere prima di ogni cosa. E allora vinciamolo, giochiamo convinti e lasciamo da parte ricami e presunzioni. Mister Palladini conosce il calcio, e sa che nessuno può permettersi di sottovalutare gli avversari, chiunque essi siano.

SECONDO TEMPO

2′ Bravo Pandolfi che si gira in area liberandosi del marcatore, rasoterra destro da posizione angolata sul primo palo, Chessari blocca sicuro.

4′ rete di Biancucci. Bella discesa di Bianchi sulla sinistra, ottimo cross nell’area piccola, groviglio davanti al portiere, Pulcini appoggia in porta, Latini si salva come può, arriva il giovane under rossoblu che ha buon gioco ad appoggiare in rete da un metro con il portiere impotente. Grande e meritata felicità per il giovane centrocampista.

6′ la Fortitudo cerca il gol della bandiera, Bazzucchi lotta come può sull’uscita di Chessari dopo un rimpallo, si gira, la difesa rossoblu ribatte dopo dei secondi concitati

8′ ci prova Marzeglia, si libera di un avversario e spara un siluro angolato dalla destra, palla sull’esterno della rete

14′ prima ammonizione, cartellino per il nuovo entrato Diaz

19′ ammonito Zazzetta che atterra Trimarco lanciato sulla fascia sinistra verso il fondo

21′ ottimo Bianchi, si libera sulla sinistra, converge, destro deviato in angolo abilmente da Latini che si distende sulla sua sinistra.

29′ tiro da fuori area di Biocco, Chessari blocca sicuro
Intanto la Fermana vince due a zero a Pesaro contro la Vis, molto probabile perciò che al 90′ il distacco fra Samb e canarini rimarrà bloccato sui cinque punti.

39′ tiro di Bazzucchi dal limite deviato da Chessari che si distende sulla sua sinistra. La Fortitudo cerca fortissimamente il gol della bandiera e se lo meriterebbe pure. Samb a marce basse in questi minuti finali, se lo può permettere.

Minuti finali con diverse occasioni da gol per la Fortitudo, ma l’imprecisione di Trimarco e una certa mancanza di freddezza e determinazione impediscono ai padroni di casa di segnare il golletto che comunque meriterebbero per la loro grinta.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.610 volte, 1 oggi)