GROTTAMMARE – Il progetto di riqualificazione del lungomare grottammarese ha ricevuto spesso molte critiche, l’ultima delle quali arriva da Sandro Mariani di Grottammare Futura: «Il lavoro di progettazione del lungomare, per il tratto a nord del Tesino, verrà svolto dall’ufficio Lavori Pubblici del Comune. Ma come, non era stato indetto un concorso di progettazione? ».

Durante la conferenza stampa di presentazione dei progetti vincenti il concorso di idee si disse infatti che «una volta raccolte ulteriori idee, pareri da parte della cittadinanza, il Comune provvederà all’apertura di un appalto di servizi di progettazione, a cui saranno invitati di certo i progettisti delle 6 idee selezionate. I partecipanti a questo appalto di servizi dovranno rispondere a tre quesiti: tempistica, economica e relazione progettuale».

Mariani continua: «Il sindaco si era vantato di aver raccolto adesioni da tutta Italia, tante le idee e i progetti che erano stati assegnati addirittura sei premi, risultato più unico che raro. Adesso, è ora di dirlo ai progettisti, che si erano affannati a presiedere anche le assemblee e che contribuivano a fare numero, visto che i cittadini non partecipavano, è ora di dirlo abbiamo scherzato. Il vostro è stato “un bellissimo spreco di tempo” riprendendo il refrain della canzone di Jovanotti, vi abbiamo ingannato anche questa volta».

C’è anche da aggiungere che fin dall’inizio l’amministrazione aveva dichiarato che l’obiettivo non era quello di tradurre in concretezza il progetto vincitore, ma piuttosto di «ricevere da parte di professionisti del settore idee per la riqualificazione urbana e la valorizzazione dell’area».

Da approfondire la dichiarazione di Mariani riguardanti il finanziamento regionale: «Ci prendiamo le vostre idee, le misceliamo senza alcuna considerazione progettuale, e voilà siamo pronti a realizzare l’ennesimo cambiamento con i soldi dei cittadini e non con il finanziamento regionale, che non esiste, se non in minima parte cioè una percentuale sugli interessi del mutuo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 909 volte, 1 oggi)