GROTTAMMARE – Prosegue la rassegna “I sensi e il cuore” organizzata per la quindicesima stagione dell’Associazione Culturale Blow Up di Grottammare, con un doppio appuntamento settimanale. All’incontro di venerdì 5 febbraio per “La giornata del ricordo” si aggiunge quello di domenica 7 febbraio, che vedrà la presenza di Pasquale Cuzzupoli dopo il forfait dello scorso 8 gennaio.

“Il giorno del ricordo”, che va a completare l’iniziativa “Contro tutti i totalitarismi” iniziata mercoledì 27 gennaio con “La giornata della memoria”, prevede per venerdì 5 febbraio, alle ore 21.30, presso la sala Kursaal di Grottammare, la video proiezione dello spettacolo teatrale di Moni Ovadia “La bella utopia”, che porta in scena il mito disilluso del comunismo. L’opera è uno spettacolo di canzoni, musiche, memorie, tracce poetiche, confessioni, icone, immagini che ricompongono la memoria di quello stato perduto che era l’Unione Sovietica

Domenica sera a partire dalle 21.30 Cuzzupoli, intervistato da Tommaso La Selva, analizzerà sequenze di film che ha curato nella fase di post produzione intervenendo sul colore. Tra i film sa analizzare ci saranno, ad esempio: “L’ora di religione”, “La finestra di fronte”, “Buongiorno notte”, “Nirvana”.

Pasquale Cuzzupoli, direttore generale di post produzione Cinecittà Studios e supervisore del colore, è l’uomo cui tanti film, italiani e stranieri, devono la perfetta resa del colore nelle copie stampate. Durante la serata spiegherà in cosa consiste il suo fondamentale lavoro che avviene in post produzione, cioè nella fase che segue le riprese.

La serata prevede anche la proiezione del mediometraggio “La mano” di Wong Kar-wai, episodio del film collettivo “Eros”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 538 volte, 1 oggi)