TERAMO – Partirà dagli alunni delle scuole elementari e medie il programma di educazione ambientale promosso dalla Provincia di Teramo con il quale sarà insegnato il recupero e il riciclo dei rifiuti “verdi” e degli scarti da giardino.

«L’assessorato torna ad occuparsi di educazione ambientale nelle scuole, un’attività che era stata piuttosto trascurata negli ultimi anni e che io considero un vero investimento rispetto al futuro – ha affermato l’assessore all’Ambiente Francesco Marconi – Abbiamo scelto un approccio professionale e competente, che si integra perfettamente con il percorso formativo del ragazzo, in quanto non solo gli fa conoscere le problematiche legate alla produzione e allo smaltimento dei rifiuti, ma rileva le numerose connessioni che esistono fra questa tematica e numerose discipline scolastiche come la storia, la tecnologia o la scienza».

Dai rifiuti casalinghi si può ottenere un ottimo concime per il giardino e anche questo sarà insegnato nei Laboratori didattici previsti dal progetto e condotti dagli esperti della Scuola Verde. Il programma individuato e presentato alle Direzioni didattiche è pensato per essere inserito nel Piano dell’offerta formativa della scuola, in maniera da rappresentare un arricchimento del percorso scolastico.

I laboratori si svolgeranno nelle scuole elementari e medie, in classe e nei giardini; il percorso didattico è biennale. «Abbiamo inviato lettere e materiale informativo a tutti i dirigenti scolastici – ha concluso Marconi – sollecitandoli ad aderire, dato che per la scuola il servizio è totalmente gratuito».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 717 volte, 1 oggi)