MARTINSICURO – Il mercatino estivo dislocato dal lungomare di Villa Rosa ad una traversa della frazione e la realizzazione di un residence con mini appartamenti ad uso turistico sono stati due dei principali temi del Consiglio comunale tenutosi lunedì primo febbraio, nel quale non sono mancate accese tensioni tra la maggioranza e le opposizioni.

A scaldare gli animi ci ha pensato lo spostamento delle sedici bancarelle degli ambulanti dal lungomare (via della Porta e via Fregene) a via Palizzi, una traversa di via Filzi, nei pressi del bar ‘900. «L’area dove si teneva il mercatino negli anni passati – ha spiegato l’assessore al Turismo Ciufegni – non è praticabile in assoluta sicurezza, provate a percorrerla anche solo con un passeggino». Ma pronte sono arrivate le proteste delle opposizioni, anche in considerazione del fatto che da una zona sul lungomare si è passati ad una via interna di non immediato passaggio per i turisti: «Il trasloco non gioverebbe a nessuno – ha affermato Romano Antonini del Pd – e rischiamo di mettere in crisi altre sedici famiglie poiché nessuno andrà a passeggiare in quella via».

«Non è stata una decisione concordata con gli operatori – ha aggiunto De Luca di Alleanza Nazionale», mentre Città Attiva ha rimarcato la necessità di provvedere alla stesura di un Piano del Traffico nel quale vengano inserite anche le zone destinate ai mercatini estivi.

Lo scontro non si è fatto attendere nemmeno in merito all’approvazione della realizzazione di un comparto turistico, che prevederà alloggi di 28 metri quadrati destinati a singoli fruitori, e di 38 metri per le coppie (valori stabiliti in base ad un decreto ministeriale del 1975). Il dibattito si è focalizzato sulla pertinenza o meno di realizzare a Martinsicuro una serie di nuovi mini appartamenti quando la città ne contiene già diverse migliaia, con il rischio che tali abitazioni vengano occupate da prostitute e clandestini piuttosto che da turisti. A tal proposito l’assessore all’Urbanistica Micozzi ha chiarito che i mini appartamenti potranno trasformarsi in abitazione non prima di dieci anni, e in ogni caso non potranno essere venduti singolarmente poiché facenti parte di un’unica struttura immobiliare qual è il residence.

Nel corso del Consiglio comunale si è anche approvato il gemellaggio con la città di Las Palmas di Gran Canaria, mentre le interrogazioni dei gruppi di opposizione sono state rinviate.

Il civico consesso ha avuto svolgimento alla presenza del nuovo segretario comunale Francesco Luca Russo, nominato a seguito del trasferimento in altra sede dell’ex segretaria e direttore generale Giulia Colangelo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 730 volte, 1 oggi)