TABELLINO: Sigma Coatings Montegranaro- Canadian Solar Bologna: 80-78
SIGMA COATINGS MONTEGRANARO: Antonutti, Cavaliero 8, Marquinhos 10, Filloy ne, Maestranzi 21, Nasini ne, Lechthaler, Tsaldaris 6, Cinciarini 4, Ongenaet 2, Brunner 22, Ivanov 7. All.: Frates.
CANADIAN SOLAR BIELLA : Koponen 11, Baldi Rossi ne, Moraschini ne, Collins 11, Fajardo 14, Sanikidze, Maggioli 17, Moss 2, Negri ne, Prato, Vukcevic 12, Hurd 11. All.: Lardo.
Arbitri: Cerebuch, Chiari, Gori.
Note: parziali 19-23, 34-50, 60-60. Tiri da due Montegranaro 18/32, Bologna 19/38; tiri da tre Montegranaro 11/25, Bologna 8/18; tiri liberi Montegranaro 11/15, Bologna 16/21; rimbalzi Montegranaro 39, Bologna 23; falli Montegranaro 21, Bologna 21; assist Montegranaro 10, Bologna 8; stoppate Montegranaro 3, Bologna 1.
Uscito per cinque falli: Sanikidze (B)
Spettatori: 3100

PORTO SAN GIORGIO – Bellissimo spettacolo quello della prima giornata di ritorno al Palasavelli davanti ad un pubblico che difficilmente dimenticherà gli ultimi minuti della gara tra Sigma e Canadian. Ed è proprio la Sutor ad aggiuducarsi i 2 punti che la portano a quota 18, pari merito con la sua avversaria.
Il primo canestro da sotto è per Maggioli ma arriva subito la risposta di Marquinhos da tre e a seguire la prima tripla di Maestranzi, mvp indiscusso con 21 punti e 5/5 da 3. La Virtus non ci sta e inizia la sua ascesa chiudendo il quarto 19-23.
Nella seconda frazione di gioco continuano a distanziarsi i bolognesi con i tiri dall’arco di Vukcevic e Collins (21-29). I gialloblu provano a penetrare la difesa a zona, ci riesce Brunner ma Bologna domina in attacco e si va la riposo lungo con un gap di –16 (34-50).
Quando ormai la partita sembrava irrecuperabile, con grande prontezza e carattere la squadra di coach Frates tenta l’impossibile. Maestranzi apre le danze ma subito risponde Koponen, ma i gialloblu non si arrendono e, una volta risolti i problemi in difesa, si lanciano all’attacco. E’ di nuovo una tripla del play Tony Maestranzi a dare la carica ai suoi compagni ed è sempre lui a riportare la squadra sul –6 (52-58). Tocca a Cavaliero mettere le due bombe del 58-60. Ivanov completa l’opera con un tiro da due ed il quarto si chiude in parità (60-60).

Si arriva all’ultimo periodo, le due squadre sono agguerrite, non mollano la presa e si gioca sull’orlo dell’equilibrio fino a quando Hurd sembra aver deciso le sorti della partita con una tripla che porta la Virtus sul +6 (70-76). Ma c’è ancora un minuto da giocare e i tiri liberi riportano la Sutor sul –2 (74-76). Di nuovo un fallo su Hurd che stavolta fa 2/2 ai liberi e la Virtus torna in vantaggio 74-78.
Mancano solo pochi secondi alla fine della partita quando Brunner prova il tiro dall’arco che va a segno e accende di nuovo gli animi dei tifosi sutorini. Siamo sul 77-78, solo 9 secondi da giocare, Cavaliero recupera e, con grande freddezza e precisione, è Maestranzi a mettere la tripla della vittoria.
Non sono bastati i sei giocatori in doppia cifra della Virtus per fermare questa piccola grande squadra marchigiana che con il cuore è riuscita in un impresa leggendaria difficile da dimenticare.
Nell’anticipo di sabato in diretta sky, la Sigma dovrà affrontare proprio la Pepsi Caserta, che ha appena acquistato un elemento di questa eroica squadra, l’americano Hite.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 612 volte, 1 oggi)