Spettatori abbonati 1697, paganti 687 per un incasso di 4.387. Totale spettatori 2384

SPADONI (d.s. Samb) Siamo sdegnati per la sentenza della Caf nei confronti di Mattia Menichini, è incredibile che abbia preso 3 mesi di squalifica, siccome nell’ambiente qualcuno l’ha vista come liberazione, e siamo dispiaciuti per un calciatore che ha fatto 7 gol, quello della svolta contro il Fabriano. C’è un lato umano: è scandaloso che sia stato squalificato, non ci sono proprie, queste sono cose fatte ad arte da parte di una società che fa queste cose con il vizio, andremo anche dal presidente federale con delle prove, ho visto i documenti e sono consapevole di quel che sto dicendo. Questo ragazzo ieri ha pianto perché sente di aver subito una cosa ingiusta, noi faremo l’impossibile, le sentenze della Caf sono non ribaltabili tranne che dal presidente federale, ma è l’ora di rompere l’omertà di alcune società, dobbiamo tutelare un nostro tesserato e lo faremo nei prossimi giorni. Fabriano è stato poco tollerante riguardo il nostro impegno viareggino e anche la federazione poteva fare qualcosa in più. Voinea? È vero, lo abbiamo sentito, ma non pensiamo di tornare sul mercato, abbiamo dei giovani interessanti nel settore giovanile, Voinea vuole stare in serie D, questa è una maglia importante che pesa, magari a qualcuno pesa più di altri. Domani non andremo neanche a Milano.
MARZEGLIA Il primo tempo dalla panchina mi sono divertito molto a vedere una squadra che ha avuto il 90% del possesso palla, credo. Sono entrato nel finale, gli schemi erano saltati perché eravamo 10 contro 10, ho avuto un’occasione per segnare ma il difensore è stato bravo. Peccato, ci tenevo a segnare alla prima. Ho sposato il progetto Samb, sono sceso di categoria ma credo che questa società ha grossi progetti, io l’anno scorso in C1 campi così e pubblico così non li ho mai visti, oggi ho visto tutto tranne che una partita di Eccellenza. Se penso a come in 5-6 mesi posso passare da una formazione che lottava per la B ed ora sono in Eccellenza, certo, fa pensare, ma anche a Gallipoli in qualche anno sono passati dall’Eccellenza alla B, quindi…

NOCERA (allenatore Maceratese) Nel primo tempo potevamo sfruttare qualche occasione di più, parlo di quelle di Landolfi e Ramadori, ma alla Samb se gli concedi qualcosa poi è finita. Dopo il 2-0 la Samb ha rallentato il gioco, a noi è mancata la forza per imporci. Non è una bella situazione, abbiamo anche alcuni infortuni, per cui siamo in emergenza. Dispiace perché nonostante ciò all’inizio abbiamo tenuto bada alla prima in classifica. Quest’anno la Fulgor sta pagando le conseguenze dell’anno scorso, ha dovuto ereditare il debito dell’anno scorso, e a dicembre abbiamo dovuto svincolare alcuni giocatori importanti, senza rimpiazzarli. Penso che Fulgor e Vis Macerata si uniranno per ambire a campionati più importanti dell’Eccellenza. Spero in settimana di recuperare gli infortunati e che arrivi il transfer per l’attaccante brasiliano Spinelli.

PALLADINI Nel primo tempo anche se abbiamo rischiato sul tiro di Landolfi poi abbiamo accelerato il gioco e abbiamo fatto nostra la partita. Nella ripresa siamo stati un poco superficiali nella gestione della palla, complice il prato di gioco in non buone condizioni. Eravamo in superiorità numerica ma poi è arrivata l’espulsione di Oresti. Menichini? Avevamo preparato la partita con lui, anche se Gentili forse ha fatto la migliore partita da titolare anche se spesso si era distinto. Cacciatore dopo il gol ha omaggiato con un gesto Menichini, spero resti con noi fino alla fine del campionato, è stato un giocatore importante per la squadra. Giandomenico non ha giocato causa febbre. Marzeglia si è mosso abbastanza bene anche se non giocava da due mesi, poteva fare gol e ha fatto un assist importante per Cacciatore, la mancanza di Menichini fa sì che debba accelerare un po’ i tempi. Sapevo che la Fermana può essere ancora antagonista della Samb, dobbiamo migliorare e guardare al 25 aprile, dobbiamo giocare come stiamo facendo. Mi fa piacere che questa squadra comunque e sempre prova a giocare a calcio, è un merito di questi ragazzi. D’Angelo deve rimanere e continuare a fare quello che sta facendo, deve migliorare tantissimo, un ragazzo importante, nato nel 1990 che sta facendo la differenza, deve però restare con i piedi per terra. Oresti? Sapevo che in qualsiasi momento l’arbitro poteva cacciarlo per riportare i giocatori in 10 contro 10, lo stavo quasi per toglierlo, poi non potevo mettere D’Aniello che però è diffidato e non potevo rischiarlo per domenica prossima. Sottolineo il fatto che oggi è iniziata la festa con la squadra degli anni ’70 con Marino Bergamasco, la manifestazione allo stadio è stata bellissima, ma mi fa piacere che i giocatori di quegli anni sono ancora un gruppo unito, e questo credo sia la cosa più bella per una squadra di calcio. Mi dispiace che la Fortitudo Fabriano non abbia voluto rinviare la partita, è un danno non solo per la Samb ma per tutto il calcio marchigiano, perché noi rappresentiamo tutta la Regione Marche. Cercheremo di gestire i nostri under nel miglior modo possibile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.611 volte, 1 oggi)