MONTEPRANDONE – Il Centobuchi è reduce da tre sconfitte consecutive, l’ultima delle quali (lo 0-3 interno con l’Atletico Trivento) ha avuto strascichi negativi. Come già citato nel precedente articolo infatti, i biancocelesti hanno avuto oltre il danno di una sconfitta mal digerita e scaturita da una direzione di gara (quella di Fabio Maresca e della sua assistente Mariarosaria Speranza entrambi di Napoli) ai limiti dell’inaccetabile che ha impedito loro di entrare e rimanere in partita, devono far fronte anche alla beffa della stangata del giudice sportivo che avvalendosi del referto della terna oltre a squalificare il tecnico Piccioni (per due gare), il team manager e vice presidente Cocci e i difensori Balestra e Pesce ha inflitto una pesante multa di 1500 euro alla società e una gara da giocare a porte chiuse (punizione determinata dall’aggressione verbale del pubblico locale alla terna arbitrale  durante e dopo la gara).

E così il delicato scontro diretto di questa domenica Centobuchi-Luco Canistro (2 punti davanti al Centobuchi) si giocherà senza pubblico (al Centobuchi era già capitato in questa stagione di giocare a porte chiuse nella gara persa a Chieti). Ma tale rabbia e consapevolezza di vivere un momento difficile e di aver subito un’ingiustizia potrebbe essere per i monteprandonesi uno stimolo importante per aggiudicarsi la delicata sfida salvezza contro gli abruzzesi e uscire dalla zona play out .

Il Luco Canistro (che l’anno scorso si salvò battendo ai play out l’Elpidiense Cascinare, poi comunque ripescata) è reduce  da sei risultati utili consecutivi (tra cui due vittorie esterne in casa di Miglianico ed Elpidiense), ultimo dei quali il pareggio interno con la Civitanovese (che ha inflitto al Centobuchi la prima delle tre sconfitte consecutive).

La squadra di Piccioni (che per le prossime due partite sarà sostituito in panchina dal suo vice e preparatore dei portieri Terrani) dovrà fare a meno degli squalificati Balestra e Pesce oltre all’infortunato Mozzoni. In dubbio il recupero di Adorante. In compenso rientrarà D’Addazio al centro della difesa.
Il team di Iodice (che l’anno scorso ottenne la salvezza con i marsicani dopo aver sostituito l’esonerato Colavitto) invece dovrà fare a meno dello squalificato D’Andrea e molto probabilmente anche del centrocampista Regner alle prese con problemi di natura muscolari, ma recupererà Marangon (ex Cervia e del reality Campioni il sogno del 2005) e Antonelli reduci dalla squalifica). All’andata finì 1-0 per i rovetani. mentre lo scorso anno la sfida del Comunale (ora Nicolai) di Centobuchi terminò 2-0 per i padroni di casa allora allenati da Pruzzo. Dirigerà l’incontro il Signor Gianluigi Di Stefano di Brindisi coadiuvato da Lanetti di Bari e Polimeno di Lecce

Questi i possibili schieramenti:  

CENTOBUCHI: Franchi, Frinconi (90) o Stangoni (91), Di Venanzio, Marco Ianni, D’Addazio, Polenta (88) o (Adorante)   Cesani (88), Valente (90), Pirelli (90), Bifini, Filiaggi (91) Allenatore: Francesco Terrani (al posto dello squalificato Attilio Piccioni)

LUCO CANISTRO: Fontanarosa, Sabatini, Zazzara, Coppitelli, Antonelli ,  Marinilli, Luciani , Marangon o (Corsi) , Leccese ,Di Genova, Sebartoli o ( Pozzebon). Allenatore. Iodice.

Programma 20° Giornata (3°di ritorno) Campionato di Serie D Girone F:

Atletico Trivento * (33)- Casoli (27); Bojano ** (25) -Atessa Val di Sangro (37);  Centobuchi (20)-Luco Canistro (22) [si giocherà a porte chiuse]; Chieti (34)- Recanatese * (27) [si giocherà a porte chiuse]; Civitanovese (35)-L’Aquila (39); Elpidiense Cascinare (10)- Renato Curi Angolana (18); Miglianico (19)-Santegidiese (37); Morro d’oro (14)-Olympia Agnonese (31); Nuovo Campobasso (30)-Real Montecchio (9) [rinviata].

**= 2 punti di penalizzazione

*= 1 punto di penalizzazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 866 volte, 1 oggi)