MARTINSICURO – Aumenta la percentuale di raccolta differenziata a Martinsicuro: dal 42% del 2008 al 45,3% del 2009. Un dato che salirebbe quasi al 48% se si escludessero i mesi estivi, i cui valori influiscono negativamente sulla media annua. Da ciò si evince come i cittadini stiano facendo la loro parte e siano più attenti nell’eseguire una corretta raccolta differenziata, ma non altrettanto invece si potrebbe dire per i turisti, dato che i maggiori problemi si riscontrano soprattutto in estate, quando il numero della popolazione a Martinsicuro cresce in maniera esponenziale.

Analizzando i valori mese per mese si può notare come le maggiori flessioni di percentuale di differenziata si abbiano in particolare nei mesi di luglio e agosto, quando le presenze turistiche raggiungono in città il picco massimo: gennaio 38,56%, febbraio 34,35%, marzo 59,49%, aprile 55,46%, maggio 47,50%, giugno 49,13%, luglio 34,21%, agosto 32,58%, 42,61% settembre, 48,19% ottobre, 49,90%, 52,37% dicembre.

«Stiamo cercando di ovviare a questo problema – ha affermato il consigliere delegato all’Ambiente Massimo Vagnoni – attraverso una serie di nuove disposizioni, come ad esempio l’umido che viene ritirato in estate il lunedì anziché il martedì, per impedire che, dopo essere stato lasciato in strada la domenica dai turisti del fine settimana, debba aspettare un giorno intero prima di essere raccolto». Proprio per evitare che i turisti prima di ripartire dal week-end truentino possano gettare i rifiuti umidi insieme al secco (ritirato durante l’anno il lunedì), nei mesi estivi si sono invertite le giornate del ritiro, e il secco quindi è conferito nel martedì e venerdì nei mesi di giugno luglio e agosto.

Ma tra le novità del 2010 ci sono anche il ritiro dell’umido tre volte a settimana (il lunedì, il giovedì e il sabato nei mesi di giugno, luglio, agosto, fino a metà settembre) contro i due settimanali nei restanti mesi dell’anno (martedì e sabato), e inoltre la raccolta congiunta  di carta e plastica, che viene caricata sullo stesso camion. Una decisione, quest’ultima, che riguarda tutti i Comuni della Città Territorio e che dovrebbe far contenere i costi del servizio ottimizzando la raccolta di due diversi tipi di materiali con un unico passaggio dei mezzi della Poliservice. I sacchi di carta e plastica verranno poi separati e smistati una volta giunti negli appositi centri di raccolta.

«Bisogna cercare di contenere i costi ed impedire degli aumenti – ha aggiunto Vagnoni – che poco dipendono dall’amministrazione comunale e molto dal conferimento in discarica dei rifiuti. Ad ogni modo qualora nel corso dell’anno la Poliservice dovesse ottenere delle economicità con il nuovo tipo di raccolta di carta e plastica, le restituirà in termini di servizi».

Intanto il Comune sta predisponendo anche uno spazio apposito in cui allestire un’area ecologica in cui i cittadini potranno conferire diverse tipologie di rifiuti, tra cui anche quelli non smaltibili con il normale sistema di raccolta porta a porta, come ad esempio gli ingombranti e i pericolosi. Il tutto per migliorare il servizio di raccolta differenziata incrementando la percentuale di materiali riciclati e riducendo il conferimento in discarica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 529 volte, 1 oggi)