SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Clamoroso: il ricorso del Procuratore federale avverso il proscioglimento di Mattia Menichini da parte della Commissione disciplinare è stato accolto dalla Corte di giustizia federale, che nella riunione di venerdì 29 gennaio ha deciso di infliggere al calciatore folignate una squalifica di 3 mesi (contro i 6 chiesti dalla Procura federale).
Totalmente ribaltato, quindi, il verdetto emesso in primo grado dalla Commissione disciplinare, che aveva ritenuto «insufficienti gli elementi per poter pervenire con la necessaria certezza a un’affermazione di responsabilità di Menichini». Elementi evidentemente riscontrati dalla Corte di giustizia federale.
L’Us Samb in un comunicato apparso sul sito ufficiale si dice «stupita e incredula per questa decisione, in quanto crede nella buona fede del proprio tesserato». Menichini a questo punto rischia di rimanere fuori fino alla fine della stagione regolare (l’ultima giornata sarà il 25 aprile): una grave perdita per la Samb, solo un po’ attenuata dall’acquisto della punta Marzeglia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.248 volte, 1 oggi)