SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per l’ottavo anno consecutivo il “Festival Internazionale del Pattinaggio Artistico” torna a incantare il pubblico. La manifestazione, organizzata dall’associazione sportiva sambenedettese “Diavoli Verde Rosa”, si svolgerà domenica 31 gennaio a partire dalle 15,30 al Palazzetto dello Sport. Anche quest’anno lo spettacolo è garantito, grazie alla partecipazione di campioni mondiali ed europei, insieme a numerosi gruppi delle Marche, dell’Umbria e dell’Abruzzo, che si esibiranno con originali coreografie.

Per il singolo femminile seniores le star in pista sono Debora Sbei, pluricampionessa mondiale, Annalisa Graziosi, marchigiana terza classificata al Campionato Mondiale e seconda agli Europei. Per il singolo maschile si esibirà l’atleta sambenedettese Antonello Pesce, campione europeo categoria jeunesse.

Per la specialità coppia Artistico scenderanno in pista due coppie d’eccezione: una composta da Gaia Grandi e Giovanni Dallarda, i “professionisti dello spettacolo”, campioni d’Europa e vicecampioni del mondo, l’altra formata da Arianna di Damiano e Alessandro Fratalocchi, vicecampioni europei 2008-2009 (Fratalocchi è iscritto alla Diavoli Verde Rosa). Per le coppie Danza seniores si esibiranno i pluricampioni mondiali Melissa Comin De Candido e Mirko Pontello.

Slogan della manifestazione è “Mamma mia…che Festival!”, che si ispira al celebre musical “Mamma Mia”, sulla cui colonna sonora danzeranno i pattinatori della “Diavoli Verde Rosa”, allenati dal tecnico Ivan Bovara.

L’intervallo dello spettacolo sarà animato dall’esibizione degli sbandieratori di Porta Romana, che gareggiano nella serie A del campionato nazionale.

Anche quest’anno verrà premiato, tramite sorteggio, un ex-atleta della Diavoli Verde Rosa.

“L’amministrazione è fiera di queste iniziative, che uniscono lo sport allo spettacolo”,  afferma l’assessore allo Sport Eldo Fanini, “e contribuisce a sostenerle dal punto di vista logistico ed economico”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.217 volte, 1 oggi)