SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si chiama Adriano Marzeglia ed è il centravanti individuato da Spina e Spadoni per alternarsi con Mattia Menichini al centro dell’attacco rossoblu, finito al centro delle critiche, nonostante la prima posizione in classifica, a causa di troppi errori nelle ultime giornate.

Marzeglia, nato a Milano nel 1986, giocava quest’anno a Messina, in Serie D, e un anno fa a Gallipoli, in Prima Divisione, dove ha realizzato tre reti in 19 presenze. In precedenza aveva giocato sempre tra i professionisti: a Carrara in C2 dal gennaio 2007 al maggio 2007 (11 presenze e 2 gol), a Rovigo nell’anno precedente (5 presenze e 1 gol), e a Lecco (9 presenze e 2 gol).

Non bene però la sua esperienza messinese: appena 9 presenze, solo 3 da titolare, e nessuna rete. Protagonista di un periodo sfortunato della squadra siciliana condito da 4 sconfitte consecutive, da novembre in poi non è stato più utilizzato, e si è poi svincolato a dicembre. Durante il calciomercato, però, era seguito anche dal Lecco.
Si tratta di un attaccante potente fisicamente, alto più di un metro e novanta centimetri. Oggi si è allenato coi nuovi compagni e domenica sarà già a disposizione di mister Palladini.

Marzeglia è ovviamente un colpo di mercato notevole per l’Eccellenza, considerando che un anno fa ha contribuito con i suoi gol a portare in Serie B il Gallipoli.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.910 volte, 1 oggi)