COLONNELLA – Firmate due settimane di cassa integrazione guadagni ordinaria per i dipendenti Atr a partire dal primo febbraio. Appare comunque chiara ed irreversibile la retrocessione di affitto del ramo di azienda da parte della Mml Lamborghini e l’uscita del gruppo bolognese dal polo industriale di Colonnella entro fine marzo 2010.

Venerdì 22 gennaio si è svolto nella sede Atr un lungo incontro con la delegazione della Mml, alla presenza di un rappresentante del commissario ministeriale Terracciano.

«E’ stato un incontro pacato e positivo sul terreno procedurale della cassa integrazione ordinaria – afferma l’Ugl in una nota – ma rimangono le divergenze di fondo. E’ stato chiesto alla delegazione della Mml di azzerare la retrocessione dell’affitto di ramo d’azienda e di continuare l’impegno in Atr, consentendo il mantenimento degli oltre 200 posti di lavoro; la Mml ha risposto che le condizioni del mercato non consentono di rimanere a Colonnella. Una risposta sicuramente contraddittoria dal momento che, in poco tempo, il Gruppo Lamborghini è passato da una richiesta di acquisto dello stabilimento ad una richiesta di uscita dal territorio».

Intanto lunedì primo febbraio si dovrebbe tenere un nuovo incontro tra i dirigenti della Mml, i sindacati e le Province di Teramo ed Ascoli.

«Certamente riteniamo la partita non ancora definitivamente chiusa – prosegue l’Ugl – e nell’incontro Istituzionale a Teramo porteremo sul  Tavolo con forza la necessità di una presenza del Gruppo Lamborghini nel Polo del carbonio di Colonnella. Chiederemo alle Istituzioni un loro impegno concreto per rendere appetibile il territorio ed al Gruppo bolognese di non tagliare definitivamente i ponti con Atr».

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 583 volte, 1 oggi)